• Libano: assalti alle banche, filiali chiuse fino a mercoledì

    Condividi l'articolo

    (ANSAmed) – BEIRUT, 19 SET – Le filiali delle banche libanesi
    rimangono chiuse oggi e per i prossimi due giorni dopo che la
    settimana scorsa sette diversi istituti di credito sono stati
    presi d’assalto da altrettanti risparmiatori rimasti, come quasi
    tutti i correntisti in Libano, da tre anni privati dell’accesso
    ai loro fondi in valuta straniera nell’ambito del default
    finanziario del paese.
        L’Associazione delle banche del Libano (Abl) ha confermato
    stamani che la chiusura di tutte le filiali sul territorio
    nazionale è necessaria per approntare le misure di sicurezza
    supplementari, oltre a quelle già intraprese dall’autunno del
    2019 in corrispondenza con le proteste popolari
    anti-governative.
        La settimana scorsa si sono verificati mercoledì e venerdì
    sette diversi assalti a filiali di banche a Beirut e in altre
    zone del paese. Ad agosto vi era stato un altro episodio analogo
    a Beirut, ma il primo del genere si era registrato a gennaio,
    nella valle orientale della Bekaa.
        Nel Libano afflitto da oltre tre anni dalla peggiore crisi
    economica della sua storia, il ministro degli interni Bassam
    Mawlawi ha assicurato venerdì scorso che la polizia e le forze
    di sicurezza contribuiranno con misure aggiuntive alla
    protezione delle sedi delle filiali degli istituti di credito.
        (ANSAmed).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte