Libano: formato il governo Mikati dopo 13 mesi di stallo

Set 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSAmed) – BEIRUT, 10 SET – Dopo 13 mesi di vuoto e stallo
    istituzionali e 7 settimane dopo la sua nomina, il premier
    incaricato Najib Mikati ha annunciato dal palazzo presidenziale
    libanese di Baabda di aver ottenuto l’approvazione del
    presidente della Repubblica Michel Aoun per formare il tanto
    atteso nuovo governo, con lo scopo prima di tutto di negoziare
    con le istituzioni finanziarie internazionale gli aiuti al
    Libano al collasso economico. “Non formo un governo ma una
    squadra di lavoro al servizio dei libanesi”, ha detto Mikati. Il
    governo è formato da 24 ministri, ripartiti tra personalità
    cristiane e musulmane come previsto per convenzione in Libano.
        Mikati, 66 anni, miliardario originario di Tripoli nel nord
    del Paese, è stato già premier negli anni passati: dal 2004 al
    2005 e dal 2011 al 2014. E’ da anni indicato come uno degli
    uomini più ricchi di tutto il Medio Oriente e vanta ottime
    relazioni familiari con il presidente siriano Bashar al Assad.
        Negli ultimi due anni è stato accusato di atti di corruzione
    e clientelismo ed è uno dei leader politici libanesi fortemente
    contestati dal movimento di contestazione scoppiato in
    corrispondenza del palesarsi, nell’autunno del 2019, delle
    massicce proteste popolari anti-governative. (ANSAmed).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte