• Libere, per mantenere la luce accese

    Condividi l'articolo

    Le storie narrate all’interno di LIBERE (che viene presentato a Roma il 25 novembre alla libreria Valle Aurelia) nascono dall’ascolto di decine di testimonianze di donne che hanno affrontato problemi di dipendenza. Sono racconti di fantasia che prendono ispirazione dalle vicende reali di donne vere, che le hanno generosamente condivise per continuare a tenere la luce accesa sul tema delle dipendenze declinato al femminile. A prescindere dalla sostanza utilizzata – che sia stata dipendenza affettiva, o da alcol, droghe, gioco e cibo – tutte portano ancora sulla loro pelle i segni, visibili e invisibili, di una battaglia interiore, che ha trascinato con sé amori, amici, famigliari. Una battaglia per la libertà che alla fine hanno saputo vincere da sole, sostenute da professionisti e associazioni, come La casa sull’Albero 2006 e la sua presidente, psicologa e psicoterapeuta, la dottoressa Maria Santa Lorenzini, che ha ideato questo progetto. Il libro è tato realizzto con il progetto ‘Il Coraggio di essere libere” finanziato con i fondi della Comunità solidale 2020 della Regione Lazio.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte