Libri: ‘Io e il drago’, Tommi del ‘Padre fortunato’ si racconta

Mag 12, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 12 MAG – FRANCESCO CANNADORO, “IO E IL DRAGO –
    STORIA DI TOMMI, RACCONTATA DA TOMMI” (DE AGOSTINI, DI , PP.
        224, EURO 13,90). Tommaso non riesca a parlare, vedere,
    camminare. Neppure a tenersi sulle gambe e a mangiare. Ma,
    nonostante tutte le difficoltà, si racconta nel modo più sincero
    possibile e nel libro “Io e il drago” svela la sua convivenza
    quotidiana con quella una malattia degenerativa che non ha
    neppure un nome e che, appunto, in famiglia chiamano “il drago”.
        A “prestare la penna” a Tommi è il suo papà, Francesco
    Cannadoro, che da anni racconta sui social e sul blog “Diario di
    un padre fortunato” le vicissitudini del figlio alla prese con
    la vita di ogni giorno. Con leggerezza, spesso. Con
    preoccupazione, in altre occasioni. Con sincerità, sempre.
        Tommi, racconta Cannadoro senza infingimenti, “si affloscia
    come una buccia senza la banana dentro, è come un sacco di
    patate: il sacco di patate più bello del mondo”. E’ un bambino
    che sa molto bene di essere diverso dagli altri bambini. E anche
    che una serie di cose anche semplici, come bere o mangiare, non
    riesce più a farle. Dopo il trasferimento di tutta la famiglia
    dalla nebbiosa Vigevano, in provincia di Pavia, a Cattolica, in
    Romagna, Tommi ha davanti una nuova sfida: la scuola. Sa che
    assieme a lui entrerà in classe anche il drago. E il timore cui
    papà Francesco dà voce è che quel drago possa tener lontani i
    nuovi amichetti. Un timore comune a tutti i bambini quando
    affrontano una novità, ma che per Tommi ha un peso ancora
    maggiore, nonostante possa sempre contare sul sostegno di mamma
    e papà. Timore infondato, perché i nuovi amici lo accolgono in
    maniera naturale: in classe c’è chi porta gli occhiali, chi ha
    le orecchie a sventola e chi è in carrozzina e non parla. Tutti
    nello stesso gruppo, ciascuno con la propria peculiarità.
        Ostacoli e vittorie, momenti indimenticabili e paure enormi.
        Momenti che Tommi racconta con gli occhi e il papà ferma su
    carta. Con l’intento di non darla vinta al drago. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • “Da calciatore a imprenditore”, collaborazione Ics e Aic

    “Da calciatore a imprenditore”, collaborazione Ics e Aic

    (ANSA) - ROMA, 17 MAG - Una collaborazione che si rinnova ogni anno quella tra l'Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e l'Associazione Italiana Calciatori (AIC), che lanciano la quinta edizione del corso "Da calciatore a imprenditore", incentrato sulla gestione...

    Da ladro di merendine a interprete ucraino per la Caritas

    Da ladro di merendine a interprete ucraino per la Caritas

    (ANSA) - ANCONA, 17 MAG - Da ladro di merendine a traduttore per la Caritas, per aiutare i profughi in fuga dalla guerra in Ucraina. E' la storia di un 17enne ucraino che vive da anni ad Ancona con la madre. Quattro anni fa il minorenne è stato denunciato per furto...