• Lula inizia a governare revocando vari decreti di Bolsonaro

    Condividi l'articolo

     Il neo presidente brasiliano, Luiz Inácio Lula da Silva, ha revocato diversi decreti dell’ex presidente, Jair Bolsonaro, tra cui quello che aveva reso inattivo il Fondo Amazzonia, finanziato da Norvegia e Germania.
        Gli stanziamenti servivano a promuovere progetti di sviluppo sostenibile e di monitoraggio delle aree devastate dal disboscamento illegale o dall’agricoltura intensiva.
        Tra le altre misure di Bolsonaro soppresse dal nuovo governo ci sono i decreti che autorizzavano la vendita e il possesso di armi da fuoco per cacciatori, tiratori e collezionisti (i cosiddetti ‘Cac’, dall’acronimo in portoghese).
        Il leader di destra aveva reso più flessibile il mercato delle armi, per esempio ampliando la tipologia di quelle autorizzate e consentendo di ottenere le tessere Cac a centinaia di migliaia di comuni cittadini. Secondo Bolsonaro, la politica di armare la popolazione aumenterebbe la sicurezza facendo calare gli omicidi.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte