Lungo effetto lockdown che fa volare le app: cresce business

Ott 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    Antonino Caffo (ANSA) – MILANO, 01 OTT – Si fa sentire l’onda lunga del
    lockdown sul mercato delle applicazioni mobili. I blocchi
    generalizzati, che hanno ridotto le uscite e la socialità
    fisica, avevano già portato il settore a beneficiare di un boom
    dei ricavi, pari a quasi il +40% nel 2020 rispetto al 2019.
        Adesso, la società di analisi Sensor Tower, con una rilevazione
    sul terzo trimestre del 2021, consolida il trend ancora in
    crescita, parlando appunto di ‘effetto lockdown’. Nello
    specifico, i due principali negozi di applicazioni mobili, App
    Store di Apple e Play Store di Google, fanno registrare un
    +15,1% di entrate sul trimestre 2021 nei confronti del 2020. Di
    contro, diminuiscono i nuovi download, giù dell’1,9%. Per Sensor
    Tower, lo scenario è quello in cui gli utenti utilizzano sempre
    le stesse app, per cui non vi è aumento concreto nel numero di
    installazioni su smartphone e tablet, con pochi sviluppatori che
    si dividono il grosso delle entrate, in ascesa per acquisti
    in-app e servizi in abbonamento. Apple e Google, insieme,
    portano a casa 33,6 miliardi di dollari su 35,7 miliardi di
    download. Nella classifica dei ricavi è Tik Tok a regnare,
    considerando il business generale di entrambe le piattaforme.
        Non cambia la situazione nell’analisi dell’andamento su App
    Store. Per il sistema operativo Android, Google piazza invece al
    primo posto One, il suo servizio di abbonamento cloud, per
    archiviare online foto, video e documenti e averli sempre a
    disposizione. Nel merito dei download, la situazione non cambia:
    in testa al mercato globale, così come in quello inerente al
    mondo Apple, c’è Tik Tok, che lascia spazio su Android a
    Facebook e Instagram. Tornando all’effetto lockdown,
    applicazioni di collaborazione e videochiamate, come Zoom e
    Google Meet, restano saldamente nel ranking delle top 10, e così
    fa Telegram, che nel corso dell’anno ha rosicchiato utenti a
    Facebook dopo le controverse modifiche alla gestione della
    privacy degli utenti fuori dal mercato europeo. Decisamente più
    concorrenziale il segmento dei videogame: in generale il più
    remunerativo è il titolo Pubg Mobile, uno sparatutto simile a
    Fortnite, mentre Honor of Kings si consolida primo su App Store,
    con il concorrente Genshin Impact che è il più remunerativo sul
    Play Store. Per numero di download, Sensor Tower elegge Pubg
    Mobile il primo nel totale di iOS e Android. Quest’ultimo si
    alterna con Count Masters su App Store ma si riprende la
    leadership per quantità di installazioni sul Play Store. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Eitan, sentenza: il piccolo deve rientrare in Italia

    Eitan, sentenza: il piccolo deve rientrare in Italia

    Eitan Biran, il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, deve tornare in Italia dove c'è la sua residenza abituale. Lo ha stabilito la giudice del Tribunale della famiglia di Tel Aviv. Lo si apprende da fonti legali.    ---Fonte...