L’universo ultrapop di Giuseppe Veneziano a Bologna

Giu 15, 2022

  • Condividi l'articolo

    L’universo ultrapop di Giuseppe Veneziano è visibile al pubblico nella mostra antologica ‘True stories’, a cura di Valerio Dehò, dal 16 giugno al 18 settembre a Palazzo Pallavicini di Bologna. Fumetti e cartoon rappresentano il mondo in cui l’artista è immerso, un luogo in cui cultura alta e cultura popolare convivono e si scontrano, rivelando attraverso “storie vere” le contraddizioni della realtà contemporanea. Veneziano ritrae se stesso come la Gioconda, imita Dalì che a sua volta fa il verso a Velázquez mentre dipinge Biancaneve; Spiderman prende il posto di Jeff Koons e la Ragazza con l’orecchino di perla si fa un selfie senza veli.
        Il risultato è un festoso ‘mash up’ in cui tutto convive, passato, presente e futuro coincidono e ogni distanza si accorcia. I supereroi dei fumetti e i miti del passato incontrano i personaggi e gli oggetti del presente in un’antologica di ampio respiro, in cui non mancano incursioni nella storia dell’arte, da Goya a Raffaello.
        Inoltre, per la prima volta all’interno di un museo italiano, trovano spazio gli Nft (non-fungible-tokens) di cui Giuseppe Veneziano è tra i principali precursori. Crypto Nft, infatti, è il titolo di una delle sezioni della mostra e raccoglie una selezione di opere trasformate in sequenze animate. Molte le citazioni e i personaggi pubblici immediatamente riconoscibili, cui sono dedicate le diverse sale della mostra, suddivisa in sette sezioni: Superhero Crisis, My Artists, Mr. Quarantine, Sex Power, Losing My Religion, New Renaissance, Crypto Nft.
        Giuseppe Veneziano è considerato tra i principali esponenti della corrente New Pop e del gruppo Italian Newbrow. Nasce in Sicilia nel 1971 e si laurea nel ’96 in Architettura all’Università di Palermo, nel 2002 si trasferisce a Milano dove vive e lavora. Nel 2006 realizza la prima importante mostra alla Galleria Luciano Inga-Pin di Milano, l’anno successivo partecipa alla VI edizione della Biennale di San Pietroburgo ; nel 2009 partecipa alla 4/a Biennale di Praga e nel 2011 è invitato al Padiglione Italia della 54/a Biennale di Venezia. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Morta a 96 anni Eleonora Sambri, la partigiana Mimì

    Morta a 96 anni Eleonora Sambri, la partigiana Mimì

    (ANSA) - BOLOGNA, 30 GIU - È morta a 96 anni la partigiana Eleonora Sambri, nome di battaglia Mimì. Ne dà notizia il Comune bolognese di Castel Maggiore. Nata il 3 maggio 1926 a Bentivoglio (Bologna), Eleonora Sambri iniziò il lavoro di mondina il primo giugno 1944....

    Atalanta respinge offerta della Lazio per Carnesecchi

    (ANSA) - BERGAMO, 30 GIU - "L'offerta della Lazio per Carnesecchi non è in linea col suo valore". Luca Percassi, amministratore delegato dell'Atalanta, smentisce che l'affare per il trasferimento del portiere dell'Under 21 nella Capitale sia in dirittura d'arrivo....