Madre e figlia uccise a Samarate: rotti i sigilli della casa sotto sequestro

Mag 11, 2022

  • Condividi l'articolo

    Sono stati rotti i sigilli messi dalla Procura di Busto Arsizio (Varese) nella villetta di Samarate (Varese), dove la scorsa settimana Alessandro Maja, 57 anni, ha ucciso la moglie Stefania Pivetta, un anno più giovane, e la figlia Giulia di 16 anni, per poi aggredire il figlio Nicolò di 23 anni, ancora ricoverato in prognosi riservata. Ssono in corso le indagini per stabilire chi abbia rotto i sigilli e sia entrato nell’abitazione sotto sequestro. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ancora cinghiali a Roma, vicino la fermata della metro Cipro

    Ancora cinghiali a Roma, vicino la fermata della metro Cipro

    Ancora cinghiali in città a Roma.    Questa volta una decina di esemplari sono stati avvistati alla metro Cipro. Il video, rilanciato dalla pagina Facebook Prati in azione, è diventato virale: si vedono due esemplari adulti e molti cuccioli scorazzare...

    Isis pronto a uccidere Bush a Dallas, Fbi sventa il piano

    Isis pronto a uccidere Bush a Dallas, Fbi sventa il piano

     Uccidere il responsabile della distruzione dell'Iraq in quella Dallas già teatro nel 1963 dell'assassinio di John Fitzgerald Kennedy. Era questo il piano di una cellula dell'Isis per assassinare l'ex presidente George W. Bush. Un complotto organizzato nel...