Madre e figlia uccise: Nicolò operato è ancora in pericolo vita

Mag 5, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – VARESE, 05 MAG – Resta ricoverato in pericolo di
    vita all’ospedale di circolo di Varese Nicolò Maja, il ragazzo
    di 23 anni unico sopravvissuto alla furia omicida del padre
    Alessandro che ieri, nella loro casa di Samarate, ha ucciso la
    moglie Stefania e la figlia Giulia di 16 anni. Nicolò è stato
    colpito ripetutamente alla testa con un martello (al vaglio
    degli inquirenti anche l’uso di un trapano) ha riportato un
    gravissimo trauma cranico ed è stato sottoposto ad un delicato
    intervento chirurgico.
        Se dovesse sopravvivere, Nicolò – diplomato perito
    aeronautico con la passione del volo – avrebbe comunque danni
    permanenti la cui entità è da valutare. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte