Maltempo: neve al Sud e nel Lazio, allerta arancione in Puglia

Gen 9, 2022

Condividi l'articolo

Una perturbazione fredda sta attraversando tutta l’Italia, determinando un abbassamento delle temperature e nevicate fino a quote collinari su parte del Meridione. Lo indica un’allerta meteo della Protezione civile.
    L’avviso prevede dalla serata di oggi nevicate mediamente al di sopra dei 500-700 metri su Campania, Basilicata e Puglia, con apporti al suolo da deboli a moderati. Si prevedono inoltre venti da forti a burrasca su Emilia-Romagna orientale, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, in estensione dalle prime ore della giornata di domani ad Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Basilicata con ulteriori temporanee raffiche fino a burrasca forte sulle zone costiere e appenniniche; attesi venti da forti a burrasca poi su Sicilia e Calabria. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte.
    Valutata per la giornata di domani allerta arancione per rischio idrogeologico sull’area settentrionale della Puglia. Allerta gialla per rischio idrogeologico, rischio idraulico e rischio temporali su Abruzzo, Molise e su alcuni settori di Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

NEVE NEL LAZIO – Emergenza covid e neve, rientro a scuola tra timori e possibili disagi. Nevica in modo intenso nelle zone montane della Valle Aniene, in provincia di Roma, dove ai timori per l’emergenza sanitaria si aggiungono adesso per gli studenti possibili difficoltà legate alla precipitazione nevosa. Strade imbiancate nell’alto Sublacense, dove domattina è prevista la riapertura delle scuole che sta provocando anche polemiche politiche. Ieri sera a Subiaco c’è stata la richiesta per un rinvio del ritorno in classe avanzata dal consigliere comunale Matteo Berteletti, “L’aumento dei contagi da Covid-19 – ha sottolineato-sta allarmando il mondo della scuola. Appare normale che ora la precarietà della situazione imponga una riflessione diversa da parte dell’Amministrazione comunale”.L’intensa nevicata ha già imbiancato i paesi intorno a Subiaco, dove il rientro a scuole potrebbe essere ancor più complicato specie per gli studenti delle superiori.

   


Fonte originale: Leggi ora la fonte