Manovra “di mezzanotte” verso l’ok

Dic 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    «La settimana si chiuderà con la legge di Bilancio. Anche stavolta non mi piace il metodo di lavoro utilizzato, si è eliminato il bicameralismo. Solo una Camera approfondisce il lavoro, questa volta il Senato». Il commento via social di Matteo Renzi è esemplificativo di un malumore bipartisan sul procedimento seguito per l’approvazione della manovra. Ieri notte alle 23.30 era previsto l’avvio della maratona dei voti in commissione Bilancio al Senato dopo l’annullamento di due sedute a causa degli ultimi accordi da ricercare in maggioranza. Dunque, il tempo per l’esame dovrà ridursi a una decina di ore a ridosso del Natale. Oggi dovrebbe essere votato il mandato ai relatori e il testo dovrebbe approdare in Aula giovedì 23 con l’ok lampo della Camera atteso la prossima settimana. Nemmeno durante il governo Conte l’analisi parlamentare era stata così marginale nel corso dell’iter di formazione della legge, per quanto confinato al solo Palazzo Madama. Questo non vuol dire che il percorso non sia stato «democratico»: il dibattito si è semplicemente spostato al ministero dell’Economia dove i tecnici di Franco hanno incontrato sia i relatori che i gruppi di maggioranza per mettere a punto le modifiche da approvare.

    Ieri, infatti, gli emendamenti del governo sono arrivati in Senato, accompagnati dalle riformulazioni di quelle dei parlamentari concordate con l’esecutivo. Tra le novità più rilevanti lo stop a Tosap e Cosap (le tasse per l’occupazione di suolo pubblico) fino a marzo non solo per bar e ristoranti ma anche per gli ambulanti. Istituito un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per il 2022, ed erogherà contributi (pari al 50% del canone, ma non oltre 6.400 euro) ai proprietari di casa per ciascun mese di sospensione dell’esecuzione degli sfratti fino ad un massimo di 16 mesi. Finanziati, inoltre, sgravi al 100% nei primi tre anni per i datori di lavoro che stipulano contratti di apprendistato nel 2022 e che hanno meno di 9 dipendenti. Le risorse sono pari a 1,2 milioni nel 2022, 2,9 milioni nel 2023, 4 milioni nel 2024. Prorogato al 2023 il bonus per l’acquisto di sistemi di filtraggio dell’acqua potabile con 1,5 milioni di euro. Poi, la solita pioggia di micro-modifiche: nel novero delle riformulazioni vi sono molte proposte sotto il milione di euro, fino al record dei micro interventi raggiunto con un emendamento delle Autonomie che stanzia 7.000 euro per esentare dal pedaggio autostradale vigili del fuoco, forestale e protezione civile valdostana.

    Soddisfatta per i risultati Forza Italia. «Rinvio selettivo delle cartelle esattoriali, sospensione dell’ex Tosap-Cosap, possibilità di rateizzare le bollette elettriche e del gas e Superbonus 110% anche per le unifamiliari senza limiti Isee: una legge di Bilancio che finalmente abbassa le tasse e finalmente appare capace di dare risposte alle esigenze degli italiani», ha commentato il coordinatore nazionale Antonio Tajani con i capigruppo al Senato e alla Camera, Annamaria Bernini e Paolo Barelli.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

    Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

     La 81enne speaker della Camera Nancy Pelosi ha annunciato su Twitter che intende ricandidarsi alla Camera nelle prossime elezioni di Midterm, per quello che sarà quindi il suo 19/mo mandato. Pelosi, prima donna in Usa ad aver servito come speaker, segnala così...

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Forti tensioni dentro il M5S per la strategia portata avanti da Giuseppe Conte, disposto ad aprire al centrodestra purché si trovi un'alternativa a Mario Draghi come nuovo presidente della Repubblica.Il nome più gettonato è quello di Maria Elisabetta Alberti...