Maradona: prorogata di 10 giorni l’asta per vendita beni

Dic 20, 2021

Condividi l'articolo

(ANSA-afp) – BUENOS AIRES, 20 DIC – L’asta dei beni
appartenuti a Diego Maradona è stata prolungata di dieci giorni,
dopo il flop di ieri quando molti lotti – tra i quali la casa di
Villa Devoto e due Bmw – sono rimasti invenduti.
    L’organizzatore dell’asta, la società Adrian Mercado, ha
annunciato in un comunicato di aver autorizzato “per i prossimi
dieci giorni lavorativi che qualsiasi soggetto, persona, azienda
che intenda fare un’offerta per i lotti vacanti può farlo”. La
proroga, ha spiegato il banditore, è legata al numero di persone
interessate, in Argentina o all’estero, “che non erano riuscite
a registrarsi alla vendita prima della data concordata”. Quasi
90 lotti sono stati offerti nelle aste internazionali online,
trasmesse da un hotel a Buenos Aires, con merci diverse come
berretti, scarpe sportive, una casa, due auto BMW, televisori. I
prezzi che vanno da 50 a 900.000 dollari (da 44 a 800.000 euro).
    Ma la vendita, sebbene seguita online da circa 1.500 persone, ha
suscitato solo un interesse molto relativo, generando circa
26.000 dollari (23.000 euro), mentre lotti del valore globale
di 1,42 milioni di dollari (1,26 milioni di euro) sono rimasti
senza un acquirente. Tra queste la casa di 700 mq con piscina,
acquistata da Maradona negli anni ’80 per i suoi genitori, nella
zona residenziale di Villa Devoto a Buenos Aires. O un
appartamento nella località balneare di Mar del Plata. Il lotto
più grande che è stato venduto è un dipinto di un artista
argentino che rappresenta Maradona con la bandiera argentina, e
acquistato per 2.150 dollari (1.910 euro). Le aste, organizzate
dalla giustizia, riguardano beni selezionati dagli eredi di
Maradona e privi di grande valore affettivo. (ANSA-afp).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte