• Marracash, sono King del Rap e mi riprendo il ‘regno’

    Condividi l'articolo

    Il ‘King del rap’ è tornato ed è deciso a tenersi stretto il suo ‘regno’. Dalla Barona ai palazzetti di tutta Italia, Marracash si è ripresentato in scena sul palco del Mediolanum Forum per una ‘liturgia’ a ritmo hip hop, destinata a riconsegnarlo al suo reame. “Erano due anni che rimandavamo – ha tuonato Marra dal palco – e nel frattempo è successo di tutto. Adesso ci sono addirittura i politici su TikTok, c’è una guerra e abbiamo assistito alla peggiore compagnia elettorale di sempre”. Quella del 13 settembre, con ospiti Elisa, Massimo Pericolo e Gué Pequeno, è stata solo la prima di sei date che la voce di ‘Pagliaccio’ e ‘Crazy Love’ porterà in scena sempre al Medionalum Forum, nella sua città, per un bagno di pubblico che ha già fatto registrare 67mila biglietti venduti e un prevedibile sold out per tutti gli appuntamenti. Un live, quello firmato Marra, che sancisce una stagione di successi e con una scaletta dedicata ai brani dei suoi ultimi due album ‘Noi, Loro, Gli Altri’, vincitore della Targa Tenco 2022 per la categoria miglior Disco in Assoluto e certificato quattro volte platino, oltre a ‘Persona’, disco più venduto del 2020, che ha conquistato a oggi sei dischi di platino.
        “La mia intenzione – ha spiegato Marracash nei camerini, appena sceso dal palco – era quella di offrire uno show che però avesse al centro la musica. Ho cercato di unire i due aspetti di un live al quale mi sono preparato come non avevo mai fatto, tra serietà e abnegazione. E’ stato faticoso ma è una grande soddisfazione. La scaletta è stata pensata sui miei ultimi due dischi. Poi spero ci sarà tempo di fare tour dedicato alla carriera”. La scaletta è un viaggio attraverso gli ultimi anni di discografia e di vita di Fabio-Marracash, tra musica ed esperienze personali, ‘Dubbi’ e ‘Neon’, alla ricerca di ‘Qualcosa in cui credere’. “Di quello che ho fatto negli ultimi anni – ha spiegato Marra – alle gente è arrivata sicuramente la componente emotiva e una crisi personale che forse è in fondo condivisa. L’aspetto di rottura fa ancora fatica ad arrivare, mentre è invece ormai chiaro a tutti che ci troviamo ad essere divisi”. Dubbi, quelli di Marracash, risolti sul fronte personale dedicandosi a sé stesso. Ne rimangono, invece, quando il discorso si spinge lontano dal palco e dai dischi, verso la politica. “Non mi fa ben sperare quello che sento – ha commentato il ‘King del rap’ – e non vedo tanta luce ne da una parte, ne dall’altra. La campagna elettorale che stiamo vivendo è una vergogna. Capisco gli indecisi, sono stato pioniere anche in quello”. Dopo aver calcato i palchi di tutta Italia con 13 date nelle più importanti rassegne estive, Marracash ‘espugnerà’ il Mediolanum Forum per un totale di 6 date (13, 14, 16, 18, 20 e 21 settembre). Il tour proseguirà poi fino al 16 ottobre, con chiusura al Nelson Mandela Forum di Firenze. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte