• Massimiliano Allegri nell’occhio del ciclone sui social

    Condividi l'articolo

    Dopo sette partite del campionato di Serie A la Juventus è uscita vittoriosa solamente in due occasioni, con il Sassuolo e lo Spezia. E in Champions League sono due sconfitte su due partite, fin qui. Non esattamente quello che i tifosi, e la società, si attendevano da una squadra così blasonata che nel calcio mercato, con gli acquisti di Di Maria, Paredes e Podgba, e altri ancora, lasciava immaginare un inizio di stagione sfavillante. Ecco che allora, anche se la società smentisce, si inizia ad ipotizzare un esonero del suo allenatore, con l’hashtag #AllegriOut che viaggia sulle piattaforme social.

    ANSA e DataMediaHub hanno analizzato le conversazioni online (piattaforme social, news online, forum e blog) negli ultimi trenta giorni relative a Massimiliano Allegri.

    Sono state quasi 270mila le citazioni, in italiano, per Allegri da parte di circa 25mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + commenti e condivisioni) più di 2 milioni di persone. Il picco massimo si è avuto il 18 settembre scorso dopo la doccia fredda della sconfitta con il Monza. Ma anche in occasione del duello in Champions con il Benfica e in precedenza per i due pareggi in campionato con Sampdoria e Fiorentina, che già avevano fatto scattare il campanello di allarme per la Juventus e il suo allenatore, l’intensità delle conversazioni online era stata particolarmente elevata.

    Volume di conversazioni che ha generato una portata potenziale, la cosiddetta “opportunity to be seen”, ovvero appunto l’opportunità che teoricamente hanno avuto in base ai tali volumi di conversazioni di essere esposti a contenuti relativi ad Allegri, 88,9 miliardi di visualizzazioni sul tema. Stimiamo ragionevolmente che la portata effettiva si attesti a 4,4 miliardi di impression, di visualizzazioni effettive di contenuti relativi all’allenatore dei bianconeri, al lordo delle duplicazioni.

    In netta prevalenza maschi e interessati allo sport, come era quasi naturale attendersi, e di età compresa tra 25 e 34 anni coloro che hanno partecipato al dibattito online sulla Juve e Allegri.

    Dibattito fortemente negativo per quanto riguarda il sentiment, la quota di emozioni e, appunto, sentimenti negativi contenuti nelle verbalizzazioni online relative ad Allegri. Con l’hashtag #AllegriOut a spiccare in bella evidenza e la rabbia per la cessione di Dybala chiaramente espressi dai tifosi della squadra.

    Tifosi che, dopo essere rimasti delusi dalle performance della scorsa stagione, avevano abbandonato la squadra, per poi invece speranzosi ricominciare a supportarla. Almeno su Facebook, dove a luglio i bianconeri avevano perso quasi 1,6 milioni di follower per poi recuperarne circa mezzo milione, come mostra la nostra infografica con i dati emergenti dall’analisi effettuata.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte