Mattarella: ‘Pnrr storico,serve impegno corale e convergenze’

Nov 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    “La ricchezza di un Paese si misura sulle opportunita’ di lavoro che sa offrire ai suoi cittadini. Il prodotto nazionale lordo della Repubblica e’ frutto del lavoro, non di astratte alchimie finanziarie e la nostra Costituzione, giustamente, ha collocato il lavoro alla base della Repubblica. E’ sul capitale umano che si fonda il futuro di un Paese, dunque sui lavoratori di ogni ambito e carattere”.

    “Il Pnrr è una storica occasione che determinerà l’eredità che lasceremo ai giovani. Potremo raggiungere gli obiettivi sperati solo se sarà visibile un impegno corale e una convergenza di fondo tra pubblico e privato, tra istituzioni e imprese. Il lavoro sarà la misura del Pnrr: sappiamo che dobbiamo colmare alcuni deficit, come il lavoro femminile e l’occupazione giovanile che non possono che essere al centro del Pnrr. C’è una grande alleanza tra generazioni che va saldata…Un patto tra generazioni da rinnovare”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella per la cerimonia della consegna delle Stelle del lavoro.

     “La ripartenza è cominciata, c’è una crescita superiore alle previsioni”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella alla cerimonia della consegna delle Stelle del lavoro. “Il mercato del lavoro segna un significativo recupero, con tanti dati positivi. Le luci tuttavia evidenziano anche ombre: gli occupati in piu’, secondo i dati Istat, del mese di settembre sono rilevanti eppure mancano ancora 300 mila posti di lavoro per raggiungere il livello di occupazione pre-pandemia”, ha aggiunto il presidente Mattarella. “Gli inattivi saliti in maniera vertiginosa nella prima fase dell’emergenza sanitaria stanno diminuendo e possiamo dedurre che le persone si sentono quindi incoraggiate a riaffacciarsi sul mercato del lavoro. Ma dobbiamo rimontare ritardi vecchi e nuovi. Occorre evitare che si accentuino quei caratteri critici del nostro mercato del lavoro, che già in anni recenti hanno rappresentato un freno sia in termini di qualità che nella capacità complessiva di competere del sistema Paese”.

    Si è svolta nel pomeriggio al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la cerimonia di consegna delle “Stelle al Merito del Lavoro” ai nuovi Maestri del Lavoro nominati il 1° maggio 2020 e 2021. Nel Salone dei Corazzieri sono intervenuti il Presidente della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro, Elio Giovati e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando. Al termine della cerimonia il Presidente della Repubblica ha pronunciato un discorso. Erano presenti in rappresentanza del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati i Vice Presidenti Paola Taverna e Ettore Rosato. In precedenza, nel Salone delle Feste, il Ministro Orlando, coadiuvato dal Consigliere Direttore dell’Ufficio per gli Affari Giuridici e le Relazioni Costituzionali della Presidenza della Repubblica, Daniele Cabras, ha consegnato le decorazioni della “Stella al Merito del Lavoro” a 40 nuovi Maestri, venti per il 2020 e venti per il 2021, due per ogni Regione. E’ quanto si legge in una nota del Colle.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Covid: Conference League; rinviata Tottenham-Rennes

    Covid: Conference League; rinviata Tottenham-Rennes

    La partita di giovedì fra Tottenham e Rennes, valida per la fase a gironi della Conference League, è stata rinviata a causa del focolaio di Covid nel club londinese, dove ci sono 13 positivi, fra i quali otto giocatori. L'annuncio del rinvio è stato dato dal...

    Bonucci, ‘speravamo nel primato, obiettivo minimo i quarti’

    Bonucci, ‘speravamo nel primato, obiettivo minimo i quarti’

    (ANSA) - TORINO, 08 DIC - "Ci speravamo che potesse succedere: dovevamo pensare a noi e non a ciò che capitava in Russia, è stato bello festeggiare alla fine insieme ai nostri tifosi": così Leonardo Bonucci commenta la qualificazione agli ottavi di finale della...