Melillo è il nuovo procuratore antimafia, sconfitto Gratteri

Mag 4, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 04 MAG – Giovanni Melillo, 61 anni, di Foggia,
    capo di gabinetto di Andrea Orlando quando era ministro della
    Giustizia e attualmente capo della procura di Napoli, è il nuovo
    procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo. Lo ha nominato
    a maggioranza con 13 voti il plenum del Csm. Sconfitto il
    procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, che era il suo diretto
    concorrente e che ha ottenuto 7 voti. Cinque voti sono andati
    invece a Giovanni Russo, aggiunto e sinora reggente della
    procura nazionale antimafia e antiterrorismo.
        Melillo è stato sostenuto dai gruppi di Area e Unicost, dai
    laici Michele Carabona (Forza Italia) e Alberto Maria Benedetti
    e Filippo Donati (M5s) e dal primo presidente Pietro Curzio e
    dal procuratore generale della Cassazione Giovanni Salvi. A
    favore di Gratteri hanno votato i togati ‘indipendenti’
    Sebastiano Ardita e Nino Di Matteo, e i tre componenti di
    Autonomia e Indipendenza, i laici Stefano Cavanna e Emanuele
    Basile (Lega) e Fulvio Gigliotti (M5s), relatore della proposta
    a favore del capo della procura di Catanzaro. Per Russo hanno
    votato invece l’intero gruppo di Magistratura Indipendente e il
    laico di Forza Italia Alessio Lanzi. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Conference: Roma-Feyenoord 0-0 – La finale di Tirana LIVE

    Conference: Roma-Feyenoord 0-0 – La finale di Tirana LIVE

    Conference League,  Roma-Feyenoord 0-0Josè Mourinho ha deciso: Mkhitaryan gioca dall'inizio schierato a centrocampo assieme a Cristante, nella formazione iniziale della Roma per la finale di Conference contro il Feyenoord. Nell'undici titolare c'è anche Zaniolo,...

    Uccise moglie: 80enne condannato a 24 anni di carcere

    Uccise moglie: 80enne condannato a 24 anni di carcere

    (ANSA) - PESARO, 25 MAG - A 80 anni è stato condannato a 24 anni di carcere per avere ucciso la moglie 60enne. Vito Cangini, originario di Sarsina (Forlì Cesena), ma residente a Gradara (Pesaro Urbino), non era presente nell'aula della Corte di Assise di Pesaro,...