Minori autori di reati on line cresciuti del 250% in 5 anni

Mag 10, 2022

  • Condividi l'articolo

    Aumentati del 250% negli ultimi 5 anni i minori che commettono reati on line, anche di particolare gravità, come la pedopornografia. Un fenomeno a cui ha contribuito la pandemia, che ha fatto crescere a dismisura il tempo di connessione alla Rete di ragazzi e bambini, spesso senza controllo da parte dei genitori. Nello stesso arco temporale sono saliti del 130% i casi di pedofilia e si è abbassata l’età dell’adescamento e dei consumatori di pornografia on line. I dati allarmanti sono contenuti nella relazione finale del gruppo di lavoro sui Social e minori, presieduto dalla sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Fitch conferma rating BBB Italia, outlook stabile

    Fitch conferma rating BBB Italia, outlook stabile

    L'agenzia Fitch conferma il rating 'BBB' per l'Italia. L'outlook è stabile. Lo afferma Fitch in una nota. La crescita italiana rallenta dopo la rapida ripresa del 2021. Secondo l'agenzia di rating Fitch, il pil quest'anno crescerà del 2,7% e nel 2023 segnerà un +2,3%....

    Tennis, Parigi: Alcaraz negli ottavi, battuto Korda in 3 set

    Tennis, Parigi: Alcaraz negli ottavi, battuto Korda in 3 set

    (ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il fenomeno spagnolo Carlos Alcaraz ha battuto il talento statunitense Sebastian Korda (30) per 6-4, 6-4, 6-2. Alcaraz, che è numero 6 del mondo a soli 19 anni, ha raggiunto gli ottavi per la prima volta in carriera sulla terra battuta di...