MISANO, SORPRESO A RUBARE DURANTE IL MOTOGP ARRESTATO DAI CARABINIERI

Ott 25, 2021

  • Condividi l'articolo

    MISANO ADRIATICO: SORPRESO A RUBARE DURANTE IL MOTOGP

    ARRESTATO DAI CARABINIERI

     

    Nel pomeriggio di ieri 24 ottobre, i carabinieri della Stazione di Misano Adriatico hanno tratto in arresto un pregiudicato della provincia di Brescia, classe ’82, resosi responsabile del reato di rapina impropria.

    In particolare, intorno alle 15:00, mentre all’interno dell’Autodromo Marco Simoncelli in località Santa Monica stava andando in scena il saluto al grande campione delle due ruote, Valentino Rossi, L.R., ne stava approfittando per tentare il colpaccio portando via due e-bike fiammanti, dal valore di circa 3.000 euro ciascuna, che due appassionati tifosi svizzeri avevano lasciato custodite ed incatenate sulla via del carro.

    Armato di tronchesi, l’uomo – in compagnia della propria compagna – aveva appena infranto la catena quando è stato notato da alcuni passanti che hanno subito dato l’allarme e lo hanno messo in fuga richiamando l’attenzione delle forze dell’ordine schierate lungo il percorso.

    Sulla propria strada, però, il malvivente ha incrociato una pattuglia della Stazione di Misano Adriatico, impegnata in specifici servizi di prevenzione dei reati contro il patrimonio nel corso della nota competizione sportiva e, vistosi braccato, ha provato a scavalcare il cancello di una proprietà privata.

    Il tentativo è stato vano perché su di lui sono saltati i due carabinieri che, con l’aiuto di un equipaggio della polizia locale di Misano Adriatico, sono riusciti dopo una fortissima resistenza ed una vera e propria colluttazione, ad ammanettare l’uomo e a caricarlo sul mezzo di servizio.

    Non sono bastati il morso ad un agente ed il disfarsi di una tronchese a garantirgli l’impunità: Infatti, ricostruita l’intera vicenda, i carabinieri lo hanno dichiarato in arresto per il reato di tentata rapina impropria e dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza della Compagnia di Riccione, L.R. è stato giudicato questa mattina con rito direttissimo dal Tribunale di Rimini, che oltre a convalidare l’arresto ha applicato nei confronti dell’uomo la misura del divieto di dimora nella provincia di Rimini.  

  • Ce lo chiede l’Europa

    Ce lo chiede l’Europa

    Non è ancora finita e non si torna indietro. È questo il clima che si respira in Europa. Non sono certezze, ma segni sul percorso della crisi. È un po' un modo per fare i conti, per dire come stiamo messi e cosa ci aspetta. A che punto è la notte. Il primo messaggio,...