• Monarch, Susan Sarandon stella country tra musica e bugie

    Condividi l'articolo

    “Non volevo essere solo una star, volevo creare una dinastia, e l’ho fatto”. “Mamma lo sai che è peccato. Tesoro, se l’inferno esiste ho il biglietto prenotato”. Una sempre splendida Susan Sarandon nei panni della regina della musica country Dottie Roman, guida un super cast nella nuova serie serie Monarch: un family drama ricco di colpi di scena, tutto al ritmo della musica; una storia multigenerazionale ambientata in Texas. Sono una famiglia piena di talento i Romanov, una vera e propria dinastia della country music. Ma anche se il loro nome è sinonimo di onestà, alla base del loro successo c’è una bugia. Le origini di questo impero, infatti, non corrispondono propriamente a quanto sempre dichiarato, anzi, sembrano essere radicate più nell’ombra che nella luce. Arriva dal 23 novembre su Sky e in streaming su NOW, Monarch, con il Premio Oscar Susan Sarandon (miglior attrice protagonista per “Dead Man Walking”, “Thelma & Louise”, “The Client”) a guidare un cast di prim’ordine. La fiction andrà ogni mercoledì su Sky Serie con due episodi a settimana e sarà disponibile on demand. Prodotta da Sony e creata da Melissa London Hilfers, la serie, in 11 episodi ambientati in Texas, racconta la storia di una delle stelle più luminose del firmamento della musica country americana, Dottie Cantrell Roman (Sarandon) e del marito, il cantautore country Albie Roman (Trace Adkins, “The Lincoln Lawyer”, “Una Canzone per mio padre”), uniti tanto nella vita privata quanto in quella professionale in quanto partner da decenni. Sono una famiglia piena di talento, una vera e propria dinastia della country music. Ma anche se il loro nome è sinonimo di onestà, alla base del loro successo c’è una bugia. Le origini di questo impero, infatti, non corrispondono propriamente a quanto sempre dichiarato, anzi, sembrano essere radicate più nell’ombra che nella luce… Quando il loro regno verrà messo in pericolo, la figlia Nicky Roman (interpretata da Anna Friel, “Limitless”, “London Boulevard” ), l’erede al trono, già impegnata a scontrarsi contro un’industria che è contro di lei, non si fermerà di fronte a nulla per proteggere l’eredità, ma anche la sua stessa carriera, anche a costo di scontrarsi apertamente con suo fratello Luke – Ceo della Monarch Records (Joshua Sasse, “Not Tomorrow”, “Galavant”) e contro sua sorella minore Gigi (ha il volto di Beth Ditto, “On Becoming a God”, ” Animali Notturni”), che sembra finalmente intenzionata a reclamare la sua fetta di torta. Prima di arrivare a questo punto, però, un po’ di ambientazione. La famiglia Roman è un gigante della musica country la cui eredità è minacciata dall’imminente morte della matriarca Dottie (Susan Sarandon), affetta da un cancro terminale, almeno è quello che racconta, e c’è un problema di eredità, tutto va pianificato. Sua figlia Nicky (Anna Friel) è pronta ad avere finalmente la sua occasione di diventare una star. Nicky ha la concorrenza della sorella Gigi (Beth Ditto), più talentuosa, che in precedenza aveva rinunciato all’attività di famiglia, mentre Albie si scontra con il figlio Luke (Joshua Sasse), che cerca di mantenere l’etichetta discografica di famiglia.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte