• Mondiali, Infantino: “Oggi mi sento arabo, gay e migrante”

    Condividi l'articolo

    (ANSA-AFP) – DOHA, 19 NOV – Il presidente della Fifa, Gianni
    Infantino, ha detto di sentirsi “arabo”, “gay”, “lavoratore
    migrante”, durante la conferenza stampa inaugurale dei Mondiali
    in Qatar, a Doha. “Oggi mi sento qatarino, oggi mi sento arabo,
    oggi mi sento africano, oggi mi sento gay, oggi mi sento
    disabile, oggi mi sento lavoratore migrante”, ha riferito nel
    proprio discorso introduttivo. Gli organizzatori della Coppa del
    Mondo in Qatar sono oggetto di violente critiche sui diritti
    umani e la discriminazione, in particolare dal movimento LGBTQ,
    con l’avvicinarsi dell’inizio del torneo previsto per domani.
        (ANSA-AFP).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte