Mondiali:convocazione Veretout, scoppia caso ‘raccomandazione’

Condividi l'articolo

(ANSA) – ROMA, 12 NOV – L’ex centrocampista della Roma,
Jordan Veretout, è tornato nel giro della nazionale francese di
Didier Deschamps e compare nella lista per i Mondiali in Qatar.
    Ma proprio questa sua presenza fra i Bleus sta diventando un
caso, che è finito oggi sulle pagine di Le Monde: il suo
trasferimento la scorsa estate dalla squadra di Mourinho
all’Olympique Marsiglia, infatti, fu gestito dalla società di
consulenza e management sportivo VV Consulting, creata dall’uomo
d’affari russo ed ex presidente del Monaco, Vadim Vasilyev. Con
lui, lavora come “team manager”, Bachir Néhar, il quale è anche
magazziniere della nazionale di Deschamps e proprio per la sua
presenza viene ipotizzata l’esistenza di un “conflitto
d’interesse”.
    La partecipazione di Veretout, 29 anni, alla spedizione in
Qatar è stata accolta con entusiasmo dal giocatore: “se mi
aveste chiesto che sarei stato convocato per la Coppa del Mondo
tre settimane fa vi avrei risposto di no”. Gli infortuni di Paul
Pogba e N’Golo Kante gli hanno facilitato la strada ma Deschamps
ha riconosciuto “l’ottimo livello” al quale è tornato Veretout
dopo l’ultima stagione a Roma e un inizio difficile a Marsiglia.
    Néhar è noto nell’ambiente dei Bleus per essere molto vicino
al ct, legatissimo a Mbappé e compagno ideale di sfide a poker
di molti giocatori. Ha un contratto fino alla conclusione dei
mondiali in Qatar ma la sua posizione è ora indebolita dal caso
Veretout. Colleghi e concorrenti citati da Le Monde, che lo
accusano per il suo doppio ruolo, sostengono che Néhar “ha
conosciuto Veretout fin dalla prima convocazione del giocatore
nell’agosto 2021. La nazionale sembra essere servita a Néhar per
fare lobbying su Veretout, che senza di lui non avrebbe scelto
di far gestire il suo trasferimento dalla Roma alla società di
Vasilyev”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte