Monte delle Forche; il consigliere regionale Pompignoli sollecita la “riperimetrazione della Zona di Ripopolamento e Cattura nell’ATC FO6”

Feb 16, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    Valle del Bidente, 16 febbraio. Il “Progetto Demanio” approvato ai sensi e per gli effetti dell’art. 25 della L.R. 8/1994 prevede una proposta di modifica riferita a diversi istituti, tra cui la ZRC (Zona di Ripopolamento e Cattura) Monte delle Forche, nell’ATC FO6. Ma la situazione è ancora in stallo e il consigliere regionale Pompignoli ne sollecita “lo sblocco e la definitiva riperimetrazione”.

    “Si tratta di un percorso avviato nel 2018” – spiega Pompignoli – “la modifica della ZRC Monte delle Forche ne prevede la sua riperimetrazione con l’obiettivo di migliorare la gestione complessiva del cinghiale, agevolando sia l’attività di prelievo sia quella di controllo, nell’ottica del contenimento dei danni. Ma tutto è in stand by e non si hanno notizie circa lo stato di avanzamento del progetto. Nonostante siano decorsi più di due anni, le tempistiche relative alla riperimetrazione della ZRC Monte delle Forche sono incerte ed, anzi, si legge dai riscontri forniti dal Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, che sono necessarie ulteriori analisi tecniche”.
    A questo punto il consigliere regionale Pompignoli si è fatto portavoce delle istanze del territorio e, in un’interrogazione con carattere di urgenza, ha chiesto alla Giunta Bonaccini di essere messo a conoscenza “sui tempi di definizione della pratica, sul suo stato di attuazione e l’attività sinora svolta dalla Commissione Consultiva Territoriale (Consulta Caccia) e dal Servizio Territoriale incaricato.”

    Lega Romagna