• Morta sul Gra: verifiche su manovre effettuate da camionista

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 09 DIC – I magistrati che indagano sulla morte
    di Alessia Sbal, la donna di 43anni travolta e uccisa il 4
    dicembre scorso da un tir mentre si trovava sul Grande Raccordo
    Anulare, stanno raccogliendo tutti gli elementi per ricostruire
    quanto avvenuto a poca distanza dallo svincolo per Casalotti. Al
    momento l’unico indagato è Flavio Focassati, 47enne, che era a
    bordo del tir a cui viene contestato il reato di fuga dopo
    incidente, definito dall’articolo art. 189, comma 6 del Codice
    della Strada.
        La posizione dell’uomo, attualmente ai domiciliari, è al
    vaglio anche per l’ipotesi di omicidio stradale ma chi indaga
    vuole accertare se l’uomo abbia compiuto manovre pericolose con
    il camion. Elemento certo è che Focassati è ripartito dalla
    corsia di emergenza dove si trovava insieme alla donna dopo che
    il suo camion aveva urtato l’auto. Tra i due ci sarebbe stato un
    breve litigio, poi il camionista è risalito a bordo del mezzo ed
    è partito superando a Panda della donna che poi è stata
    travolta. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte