Morti bianche: Quattro incidenti fatali sul lavoro in un giorno

Set 28, 2021

  • Condividi l'articolo

    Quattro incidenti mortali in un giorno in Italia. Nel Milanese due operai sono deceduti a causa di ustioni da congelamento in un deposito di azoto. Un operaio è caduto da un’impalcatura alta cinque metri e ha perso la vita nel Padovano e il titolare di un’officina è caduto da una scala e ha sbattuto violentemente la testa.  

    L’incidente del Milanese – Due operai sono deceduti in un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele nel Milanese. E’ quanto riferiscono i vigili del fuoco. I due, lavoratori di una ditta esterna il gruppo Sol, sono deceduti a causa di ustioni da congelamento. Le cause sono in via di accertamento. Sul posto si trovano personale del 118, vigili del fuoco, Carabinieri e polizia locale. Potrebbe essere stata una perdita di azoto liquido nel deposito la causa dell’incidente sul lavoro in cui sono morti i due operai che si stavano occupando del rifornimento di azoto. Sul caso indaga la Procura di Milano e il fascicolo verrà aperto per l’ipotesi di omicidio colposo. Sul posto la squadra di polizia giudiziaria del dipartimento guidato dall’aggiunto Tiziana Siciliano e anche un medico dell’Ats, oltre ai carabinieri. I due lavoratori si chiamavano Emanuele Zanin e Jagdeep Singh. Sono morti mentre caricavano una cisterna di azoto liquido usato nei laboratori dell’ateneo e per alimentare l’impianto antincendio. Zanin aveva 46 anni ed era originario di Brescia, il suo collega indiano ne aveva 42, lavoravano per la ditta monzese “Sol Group spa”. Secondo quanto appreso i due avevano già svolto questa operazione ma la perdita di azoto, provocata da motivi ancora da chiarire, ha travolto i due lavoratori uccidendoli in pochissimo tempo. Inutili i soccorsi, i tecnici sono morti nella stanza adibita al travaso. Al caso lavorano i carabinieri e il personale dell’Ats di Milano per verificare se ci siano stati errori nella manovra o mancanze strutturali.

    L’incidente nel Padovano – Un operaio che lavorava nella ditta Lavor Metal a Loreggia (Padova) è morto dopo essere caduto da un’impalcatura alta cinque metri. Sul posto i Carabinieri e i funzionari dello Spisal. L’incidente sul lavoro è avvenuto alle ore 15.30 circa; il pronto soccorso del Suem 118 è giunto sul posto in elicottero ma gli operatori sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte a causa dei traumi troppo gravi. L’area in cui è avvenuto l’incidente al momento è stata recintata, e sono in corso accertamenti da parte dello Spisal per eventuali violazioni in tema di sicurezza sul lavoro. La Procura di Padova sta coordinando i rilievi.

    L’incidente nel Torinese – Il titolare dell’officina meccanica è morto questa mattina in un incidente sul lavoro a Nichelino, nel Torinese. Leonardo Perna, 72 anni, è deceduto dopo essere caduto da una scala a due metri d’altezza. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, al momento dell’incidente era solo. A chiamare i soccorsi sono stati i dipendenti di una ditta vicina all’officina di via XXV Aprile, che hanno sentito dei rumori.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Casi di salmonella negli Usa per gli snack di salame Citterio

    Casi di salmonella negli Usa per gli snack di salame Citterio

    Casi di salmonella negli Stati Uniti legati ad un popolare snack della Citterio. Si tratta di bastoncini a base di salame venduti per lo più nella catena di supermercati Trader Joe's. Secondo un'allerta del Centers for Disease Control and Prevention (CDC, l'agenzia...

    Forum ANSA con l’ambasciatore israeliano a Roma Dror Eydar

    Forum ANSA con l’ambasciatore israeliano a Roma Dror Eydar

     Il nuovo Israele di Naftali Bennett, gli ultimi sviluppi del caso Eitan, la situazione in Medio Oriente e la lotta al Covid. Saranno i temi discussi domani in un Forum ANSA con l'ambasciatore israeliano a Roma, Dror Eydar. Eydar, ospite negli studi dell'Agenzia,...