Mourinho,finale squilibrata ma voglio Coppa per club e tifosi

Mag 18, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 18 MAG – “Senza il sostegno degli albanesi
    che vorranno vedere Kumbulla alzare una coppa a Tirana sarebbe
    una finale squilibrata. Noi saremo in campo venerdì e poi di
    nuovo mercoledì, l’altra squadra (il Feyenoord ndr) è in
    vacanza, si riposa e si prepara e non ha infortunati. Quindi è
    un match squilibrato”. Così José Mourinho nel corso del ‘media
    day’ dell’Uefa dedicato alla Roma in quanto finalista di
    Conference League.
        “Il rischio esiste, una finale è sempre 50 e 50 – dice ancora ‘Mou’ – ma io nel corso di questa maratona che è la vita sono
    cambiato, non sono più egocentrico e voglio questo trofeo non
    tanto per me stesso quanto per la gente che da tanto tempo non
    vive momenti così, per i giocatori che possono fare un primo
    passo vincendo una competizione e per il club. Vorrei vincere
    più per tutti loro che per me”. Però Mourinho ammette che “qui a
    Roma è più difficile avere il giusto focus su ciò che si deve
    fare prima di una finale, qui c’è un’euforia generale che si
    sente anche quando vai al ristorante o al supermercato, e tutto
    nasce dalla gioia di giocare una finale. Io invece penso sempre
    e solo alla prossima partita, se nel 2010 non avessimo fatto
    così con l’Inter non avremmo vinto anche lo scudetto”.
        In vista del Torino e poi di Tirana, Mourinho, che anche oggi
    ribadisce di voler rimanere alla Roma (“ho un contratto di 3
    anni e nemmeno penso alla possibilità di partire prima”), dà la
    lista degli indisponibili, a oggi: “Mkhitaryan ha bisogno di
    tempo, nessuna possibilità che giochi venerdì e poche per il
    Feyenoord”; “Zaniolo poche per il Toro e qualcuna di più per il
    25. Ma se le poche si ‘trasformano’, io lo farei giocare
    sempre”; “Smalling è 0% per venerdì e in dubbio per Tirana”; “Karsdorp è quello che ha più possibilità di recuperare”.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • I ministri dello Sport di 33 paesi chiedono sanzioni contro la Russia

    I ministri dello Sport di 33 paesi chiedono sanzioni contro la Russia

    I ministri dello Sport di 33 paesi hanno firmato una dichiarazione congiunta chiedendo di sospendere l'adesione di Russia e Bielorussia alle organizzazioni sportive internazionali e di vietare le trasmissioni televisive di competizioni sportive internazionali in...

    Rugby: Italia-Romania 45-13

    Rugby: Italia-Romania 45-13

    (ANSA) - ROMA, 01 LUG - L'Italia centra il terzo successo consecutivo dopo Cardiff e Lisbona andando a battere a Bucarest la Romania per 45-13 (19-6), secondo più ampio margine mai fatto registrare dalla nazionale di rugby nei quarantatré precedenti con i romeni....