Musica: arcidiocesi Bologna promuove concerto per Ezio Bosso

Mag 4, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 04 MAG – Un concerto per il maestro Ezio
    Bosso, scomparso due anni fa, nella basilica di San Petronio a
    Bologna: lo offre alla cittadinanza l’Arcidiocesi, su un’idea
    del cardinale Matteo Zuppi sviluppata con Annamaria Gallizio,
    per anni assistente personale del musicista, direttore e
    compositore d’orchestra che ha lavorato per dischiudere il mondo
    della musica classica a tutti, senza distinzioni di livello
    sociale o culturale. L’appuntamento, ‘Waves and Hope’, è in
    programma domenica 15 maggio, alle 18.30, ad ingresso libero ma
    con un ‘biglietto responsabile’ a favore di Emergency per
    l’emergenza in Ucraina, una scelta che deriva dal rapporto che
    Bosso aveva con il suo fondatore Gino Strada.
        Sul palco salirà l’orchestra d’archi Buxus Consort Strings,
    23 musicisti che negli anni hanno collaborato con Bosso e hanno
    fatto parte delle formazioni da lui fondate (StradivariFestival
    Chamber Orchestra e Europe Philarmonic Orchestra); l’ensemble è
    guidato da Relja Lukic, primo violoncello dell’Orchestra del
    Teatro Regio di Torino, amico e stretto collaboratore
    dell’artista scomparso a Bologna il 14 maggio 2020. L’evento è
    realizzato anche grazie al contributo di Fondazione Carisbo,
    alla collaborazione del Comune di Bologna e alla collaborazione
    organizzativa del Buxus Consort Festival, dedicato a Bosso, la
    cui prima edizione si è svolta a settembre 2021 a Gualtieri
    (Reggio Emilia).
        “Per Ezio Bosso – commenta l’arcivescovo Zuppi, presentando
    il concerto in relazione al periodo di crisi che stiamo vivendo
    – ‘la musica fa eliminare ogni confine. L’Europa è un’orchestra
    a cui rivolgersi’. Ringrazio Ezio che con la sua passione ci
    ricorda come la musica può unire e superare tutti i confini in
    un momento nel quale è indispensabile vincere la guerra e
    l’incapacità a suonare insieme ognuno il proprio strumento”.
        “Bosso è stato un artista straordinario, capace di arrivare
    dritto al cuore – sottolinea il sindaco Matteo Lepore – Nettuno
    d’Oro della città di Bologna, ha lasciato un segno profondo
    nella sua esperienza nella nostra città, usava la musica per
    cambiare il mondo, ci ha insegnato ad ascoltare e ad
    ascoltarci”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Cannes: applausi per il film di Martone ‘Nostalgia’

    Cannes: applausi per il film di Martone ‘Nostalgia’

    Successo al termine della premiere al Grand Theatre Lumiere di Cannes per Nostalgia, il film di Mario Martone dall'omonimo romanzo di Ermanno Rea (Feltrinelli), interpretato da Pierfrancesco Favino. Nove minuti sono stati gli applausi e grande emozione per tutto il...