Nancy Pelosi attesa a Taiwan. Una portaerei americana è in manovra vicino all’Isola

Ago 1, 2022

Condividi l'articolo

La portaerei Usa Ronald Reagan e il suo gruppo d’attacco si trovano vicino a Taiwan nel Mar delle Filippine, a est del Canale di Bashi, come parte di un riposizionamento degli asset militari Usa. Il Liberty Times di Taipei cita a tal proposito i monitoraggi delle unità navali Usa del network semi-ufficiale cinese Scspi (South China Sea Probing Initiative) a poche ore dalla possibile tappa nell’isola della speaker Usa Nancy Pelosi. Secondo la rotta seguita, la portaerei è in condizioni per ‘coprire’ la visita. Il gruppo d’attacco, partito il 26 luglio da Singapore, include in situazioni normali da uno a due sottomarini nucleari.

Intanto, sul fronte cinese, la portaerei Shandong, la seconda commissionata dalla Cina, si troverebbe nell’Hainan, dove è arrivata una decina di giorni fa. Nell’isola fortificata nel mar Cinese meridionale, invece, sarebbero stati dislocati vari jet da combattimento, mentre unità navali sono state registrate soprattutto per seguire il gruppo d’attacco della Reagan. Infine, il ministero della Difesa di Taiwan ha segnato in serata l‘incursione di quattro caccia J-16 cinesi nel suo spazio di identificazione aerea di Difesa dell’isola. Pur se lontana dai record degli scorsi mesi, il blitz rappresenta il segnale della volontà di Pechino di non voler allentare il pressing su Taiwan, isola considerata come parte “inalienabile” del suo territorio, da riunificare con la forza, se necessario.

Scopo del viaggio di Nancy Pelosi – atterrata a Singapore lunedì 1° agosto – è “riaffermare l’impegno irremovibile degli Stati Uniti nei confronti di alleati e amici nell’Indo-Pacifico”. Pace, sicurezza, crescita economica, commercio internazionale, cambiamento climatico e diritti umani saranno i temi di discussione durante le visite. “Un Indo-Pacifico libero e prospero gioverà non solo agli Stati Uniti ma anche al mondo intero”, ha dichiarato la speaker della Camera Usa.

La Cina, però, assicura che le sue forze armate non staranno “a guardare” nel caso di una visita a Taiwan della presidente della Camera Usa. “Vorremmo avvertire ancora gli Usa che la Cina è in attesa e che l’Esercito popolare di liberazione non starà a guardare”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, assicurando che “la Cina prenderà sicuramente contromisure decise e forti a difesa della sovranità e integrità territoriale”. Gli Usa dovrebbero rispettare il principio dell’Unica Cina, i tre comunicati sino-americani, e mantenere la promessa del presidente Biden di non sostenere l’indipendenza di Taiwan.


Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Incidente, finisce nel campo: auto sammarinese distrutta

    Rimini. Incidente, finisce nel campo: auto sammarinese distrutta

    Incidente con auto fuori strada a Bellaria Igea Marina. L'auto con targa sammarinese guidata da una donna, per cause ancora al vaglio, mentre stava percorrendo via San Vito nei pressi dell'incrocio con via Pironi, ha perso il controllo finendo in un campo. Ingenti i...

    Pil: nel 2023 l’E-R sarà la regione che crescerà di più

    Pil: nel 2023 l’E-R sarà la regione che crescerà di più

    (ANSA) - BOLOGNA, 08 AGO - Nel 2022 il Pil salirà rapidamente (+3,2 per cento) e l'Emilia-Romagna sarà alla guida delle regioni italiane per crescita nel 2023. È quanto emerge dall'elaborazione realizzata da Unioncamere Emilia-Romagna sui dati Prometeia La ripresa del...