Nardella, lo stadio? Disponibili a incontrare la Fiorentina

Condividi l'articolo

(ANSA) – FIRENZE, 18 NOV – “Noi non abbiamo ricevuto alcuna
istanza formale dalla Fiorentina in merito alle modalità di
gioco della squadra al Franchi durante il cantiere”, e “abbiamo
dato piena disponibilità al club per vederci in un ogni momento,
anche domani”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella,
a proposito dell’incontro con i cittadini sulla riqualificazione
dello stadio Artemio Franchi e sul quartiere di Campo di Marte.
    “Le opere connesse al Viola Park non dipendono dal Viola Park
ma dalle leggi dello Stato – ha aggiunto in riferimento al
cantiere del centro sportivo a Bagno a Ripoli e alle
infrastrutture connesse -, non le decide la Fiorentina. Il
progetto della tramvia di Bagno a Ripoli esiste da molto prima
di sapere se la Fiorentina avrebbe fatto il Viola Park e i tempi
sono rispettati: la linea di Bagno a Ripoli sarà terminata entro
il 2026”. “Aspettiamo che la Fiorentina sia disponibile per
incontrarci e andare avanti – ha sottolineato il sindaco – con
tutti gli aspetti riguardanti la realizzazione del progetto e
tutte le modalità di gestione del cantiere del Franchi. Voglio
ricordare che non c’è nessun problema per l’anno prossimo
riguardo al fatto che la Fiorentina giochi al Franchi, perché i
lavori saranno appaltati entro l’anno prossimo, il cantiere si
aprirà tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024. I tempi sono
molto chiari”.
    Per Nardella “i tempi sullo stadio non li detta la Fiorentina
o il Comune ma sono stabiliti dalla legge italiana che si occupa
del Pnrr. Sono tempi che stiamo rispettando: dobbiamo iniziare i
lavori entro la fine del 2023, massimo inizio 2024 e poi finire
tutto entro il 2026”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte