Natale: due presepi realizzati con sassi botroidi a Bologna

Dic 20, 2021

Condividi l'articolo

(ANSA) – BOLOGNA, 20 DIC – Due presepi di sassi, in
particolare di ‘botroidi’, parola che accomuna tutta una serie
di forme che hanno un aspetto simile ad un grappolo: prendendo
ispirazione dalle loro naturali forme antropo-zoomorfe, gli
studenti della 3C dell’istituto ‘Vincenzo Neri’ di Pianoro ne
hanno realizzato uno visibile al Museo di Arti e Mestieri della
stessa cittadina alle porte di Bologna, un altro – creato dai
bambini della Scuola materna ‘Cipì’ di Castel Maggiore – è stato
allestito nella Bottega storica ‘Gianni Vini’ in via Venturini,
nel centro storico di Bologna. I botroidi vengono colorati con
gessetti, in modo da poterli lavare al termine del periodo di
esposizione. Il presepe è completato con arenaria, argilla,
selenite e sabbie gialle oltre a muschio, rami e foglie.
    A promuovere l’idea sono gli animatori del Museo dei
Botroidi, situato in Val di Zena, nel borgo medievale di Tazzola
(Pianoro). All’interno di un’antica stalla in sasso Giuseppe
Rivalta e Lamberto Monti, dell’associazione Parco Museale della
Val di Zena, hanno ricavato uno spazio dove conservare la
raccolta di botroidi di Luigi Fantini, raccolti negli anni ’60
dal ricercatore bolognese e ritrovati nel 2006 nel Castello di
Zena, conservati in vecchi fustini per il detersivo. Un percorso
per raccontare le particolarità ambientali e geologiche del
territorio della Val di Zena e del Contrafforte Pliocenico, con
richiami di storia, archeologia e scienze naturalistiche: in
dieci metri si attraversano circa 60 milioni di anni di storia
della terra. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte