• Nick Cave contro l’Intelligenza artificiale, ‘fa schifo’

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 17 GEN – “Una schifezza” e “una grottesca
    presa in giro di ciò che significa essere umani”. Questo il
    parere di Nick Cave, musicista e compositore, su una canzone
    scritta dal software di intelligenza artificiale Chat Gpt – al
    centro da settimane di un dibattito tra esperti e utenti – “nello stile di Nick Cave” e commissionata da un utente.
        Cave, come riporta The Guardian, ha espresso il suo parere
    sul sito The Red Hand Files che spesso utilizza per parlare di
    vari argomenti e per rispondere ai quesiti posti dai fan. Tale
    Mark, da Christchurch, in Nuova Zelanda, gli ha scritto: “Ho
    chiesto a Chat Gpt di scrivere una canzone nello stile di Nick
    Cave e questo è ciò che ha prodotto. Cosa ne pensi?”.
        Aggiungendo dopo il messaggio, il testo di una canzone. “Con
    tutto l’amore e il rispetto del mondo, questa canzone è una
    schifezza, una grottesca presa in giro di ciò che significa
    essere umani e non mi piace molto”, gli ha risposto l’artista
    che sta scrivendo i brani del nuovo disco.
        “Non provo lo stesso entusiasmo per questa tecnologia – ha
    aggiunto – capisco che Chat Gpt sia agli inizi, ma forse questo
    è l’orrore emergente dell’Intelligenza artificiale: che sarà per
    sempre agli inizi, poiché avrà sempre più strada da fare”. Cave
    ha poi definito Chat Gpt un esercizio di “replica come parodia”, “scrivere una buona canzone non è imitazione, o replica, è il
    contrario”, ha infine osservato. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte