No Tav, tensione e lancio petardi al cantiere di San Didero

Lug 30, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – TORINO, 30 LUG – Tensioni questo pomeriggio a San
Didero, in Val Susa nel Torinese, dove i No Tav in corteo hanno
raggiunto l’area del cantiere per i lavori del nuovo autoporto
di Susa, opera collegata alla Torino-Lione. Circa una trentina
di attivisti travisati e armati di scudi di plexiglass hanno
prima tentato con delle corde di tirare giù la concertina di
filo spinato per danneggiare la protezione dell’area di
cantiere, poi hanno lanciato petardi e altro materiale
esplodente contro le forze dell’ordine presenti all’interno
dell’area. Un operatore della Digos della polizia è rimasto
ferito a una gamba da un’esplosione. Tutto questo mentre gli
altri manifestanti applaudivano e gridavano slogan contro la
polizia.
    Il corteo No Tav era partito nella primo pomeriggio da
Venaus, nell’ambito del Festival Alta Velocità, che vede tra i
promotori principali il centro sociale Askatasuna, con 28 tra
leader e attivisti che hanno ricevuto proprio in questi giorni
il rinvio a giudizio, di cui 16 accusati di associazione per
delinquere, anche per fatti violenti contro i cantieri
valsusini. Alla manifestazione, che fino all’arrivo a San Didero
era stata pacifica, hanno partecipato circa duemila persone. Tra
questi anche Fridays For Future e i gli attivisti del Climate
Social Camp, provenienti dal capoluogo piemontese dove in questi
giorni si è svolto il secondo meeting europeo. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte