• Nuovo blitz di Ultima Generazione, bloccato il traffico al Colosseo

    Condividi l'articolo

     Un nuovo blitz di Ultima Generazione a Roma. Gli attivisti hanno bloccato questa mattina il traffico al Colosseo. Seduti sulle strisce pedonali di via Celio Vibenna i ragazzi del movimento eco ambientalista hanno impedito il passaggio alle macchine per rivendicare la loro battaglia sul cambiamento climatico. “Voglio cambiare quello che la ucciderà tra qualche anno”, ripete una delle ragazze rispondendo agli insulti degli automobilisti. Gli attivisti sono stati fermati sul posto dalla Polizia
       

    “Di crisi climatica si parla ancora troppo poco e in maniera impropria, senza citare cause e nomi dei responsabili. Nonostante l’aumento dell’ultimo periodo della copertura mediatica sull’argomento, questo resta poco rappresentato nei principali media italiani e, soprattutto, “viene raccontato dai media italiani come se non avesse responsabili”, secondo l’Osservatorio di Pavia commissionato da Greenpeace Italia. Questo dimostra “l’enorme influenza esercitata dall’industria dei combustibili fossili sul mondo dell’informazione”.

    “Di collasso socio-climatico dovremmo parlare e sentire parlare quotidianamente, in strada, in televisione, sui giornali, al lavoro. È la crisi più grave mai vissuta dall’uomo e dal nostro pianeta. La causa è l’azione antropica sull’aumento delle emissioni di gas climalteranti e i responsabili sono coloro che perseverano finanziando, estraendo e bruciando combustibili fossili. Basta indifferenza e basta bugie. Bisogna dire la verità e agire adesso!”, dice Alice, durante il blocco al Colosseo.

    Le richieste del movimento sono: interrompere immediatamente la riapertura delle centrali a carbone dismesse e cancellare il progetto di nuove trivellazioni per la ricerca ed estrazione di gas naturale; procedere a un incremento di energia solare ed eolica di almeno 20 GW nell’anno corrente, e creare migliaia di nuovi posti di lavoro nell’energia rinnovabile, aiutando gli operai dell’industria fossile a trovare impiego in mansioni più sostenibili.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte