• Olimpiadi: addio Re Costantino, membro Cio e olimpionico 1960

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 11 GEN – Re Costantino di Grecia, che si è
    spento ad Atene, a 82 anni, oltre a essere membro onorario del
    Cio, aveva un particolare legame con l’Italia: da atleta aveva
    vinto le Olimpiadi di Roma nel 1960 nella disciplina della vela,
    le cui regate si disputarono però nelle acque del Golfo di
    Napoli (Classe Dragoni). Re Costantino ha anche un valore
    simbolico per l’unica Olimpiade estiva disputata in Italia.
        Infatti è stato il primo atleta a entrare nello stadio Olimpico
    di Roma durante la cerimonia d’apertura dei Giochi 1960. Dal
    momento che era stato designato portabandiera della Grecia, fu
    lui a entrare per primo in campo alla sfilata, visto che la
    Nazionale greca è sempre il primo paese a guidare le nazioni
    partecipanti alle Olimpiadi. In quel lontano 25 agosto 1960, al
    proprio fianco aveva la sorella Sofia, anche lei velista in gara
    a Napoli e futura Regina di Spagna (ha sposato Re Juan Carlos),
    che lo ha assistito questi giorni fino in fondo al suo capezzale
    ad Atene. Costantino era diventato membro Cio nel 1963, a soli
    23 anni, diventando poi nel 1974 membro onorario. L’ultima
    apparizione di Costantino di Grecia in Italia avvenne il 10
    settembre 2010, a Roma, nei giardini del Quirinale, ricevuto
    dall’allora presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in
    occasione delle celebrazioni del 50/o anniversario di Roma 1960,
    quando vennero radunati al Colle tutti gli olimpionici e
    paralimpionici viventi, assieme a una folta rappresentanza di
    membri del Cio, fra i quali appunto Re Costantino e il futuro
    presidente Thomas Bach. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte