Onu, allarme per scorte acqua e cibo nei bunker di Azot

Giu 15, 2022

  • Condividi l'articolo

    Sono migliaia i civili rimasti intrappolati in condizioni sempre più drammatiche a Severodonetsk sotto assedio russo, tra cui anziani, donne e bambini, e la situazione più urgente è quella delle centinaia di persone bloccate nei bunker della fabbrica chimica Azot. Lo ha detto alla Bbc il portavoce dell’ufficio dell’Onu per gli Affari umanitari, lanciando l’allarme sulla carenza di scorte d’acqua e cibo, servizi igienici ed elettricità. Le Nazioni Unite, ha aggiunto, non sono al momento in grado di fornire gli aiuti necessari a causa dei continui bombardamenti sulla città.

    La Russia ha intimato di arrendersi alle forze ucraine asserragliate nell’impianto chimico Azot della città orientale di Severodonetsk entro le prime ore di oggi. Lo riporta il Guardian. Il generale Mikhail Mizintsev, l’ufficiale che era a capo dell’assedio di Mariupol, ha detto che i combattenti dovrebbero “fermare la loro insensata resistenza e deporre le armi” a partire dalle 8 del mattino ora di Mosca (le 7 italiane).
    Ieri il sindaco Oleksandr Stryuk ha affermato che dentro la fabbrica ci sono anche 560 civili.

    “Per favore non dimentichiamo il popolo martoriato dell’Ucraina in guerra, non abituiamoci a vivere come se la guerra fosse una cosa lontana. Il nostro ricordo, il nostro affetto, la nostra preghiera, il nostro aiuto vada sempre vicino a questo popolo che soffre tanto e che sta portando avanti un vero martirio”. Lo ha detto il Papa al termine dell’udienza generale.

    L’ex presidente russo Dmitry Medvedev ha detto di dubitare che l’Ucraina esisterà ancora “tra un paio di anni”. Lo riporta la Tass.

    “Mi aspetto che gli alleati annuncino nuovi sostegni all’Ucraina, comprese le armi, sia pesanti che sistemi a lungo raggio”. Lo ha detto Jens Stoltenberg, il segretario generale della Nato, in conferenza stampa.   

    Macron: ‘Kiev e Mosca dovranno negoziare’

    XI SENTE PUTIN
    Il presidente Xi Jinping ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo russo Vladimir Putin.

    Lo riferisce il network statale cinese Cctv.

    La Cina ha sempre fatto sulla vicenda ucraina una valutazione da un punto di vista storico e “da ciò che è giusto e sbagliato, esprimendo giudizi in modo indipendente e promuovendo attivamente la pace nel mondo e la stabilità dell’ordine economico globale”.

    Il presidente Xi Jinping, nel colloquio telefonico con Putin, ha osservato che “tutte le parti dovrebbero spingere per una soluzione adeguata della crisi in Ucraina in modo responsabile”. Secondo il resoconto dei media ufficiali, Xi ha aggiunto che la Cina “è disposta a continuare a svolgere il proprio ruolo in questo senso”.

    La Cina è disposta, insieme alla Russia, “a continuare a sostenersi a vicenda su questioni riguardanti gli interessi fondamentali e le principali preoccupazioni come la sovranità e la sicurezza, a intensificare il coordinamento strategico tra i due Paesi e a rafforzare la comunicazione e il coordinamento nelle principali organizzazioni internazionali e regionali come Onu, Brics e Organizzazione per la cooperazione di Shanghai”. Lo ha detto il presidente Xi Jinping a Putin, nel resoconto del network statale Cctv.

    La Cina è disposta, insieme alla Russia, “a continuare a sostenersi a vicenda su questioni riguardanti gli interessi fondamentali e le principali preoccupazioni come la sovranità e la sicurezza, a intensificare il coordinamento strategico tra i due Paesi e a rafforzare la comunicazione e il coordinamento nelle principali organizzazioni internazionali e regionali come Onu, Brics e Organizzazione per la cooperazione di Shanghai” ha detto Xi Jinping a Putin

    Le due parti, ha aggiunto Xi, dovrebbero promuovere la loro azione con i Paesi dei mercati emergenti e in via di sviluppo che “dovrebbero unirsi e cooperare per lo sviluppo dell’ordine internazionale e della governance globale in una direzione più giusta e ragionevole”. Il presidente cinese ha anche sottolineato che dall’inizio del 2022, di fronte alle turbolenze e ai cambiamenti globali, le relazioni Cina-Russia “hanno mantenuto un buon ritmo di sviluppo”. La cooperazione economica e commerciale bilaterale sta avanzando “costantemente e il ponte Heihe-Blagoveshchensk è stato aperto al traffico, offrendo un nuovo canale per la connettività tra i due Paesi”. La parte cinese è disposta a collaborare con quella russa “per promuovere lo sviluppo costante e a lungo termine della cooperazione pragmatica bilaterale”. Putin, sempre nel resoconto della Cctv, ha da parte sua affermato che, sotto la guida di Xi, la Cina ha ottenuto notevoli risultati in termini di sviluppo e la Russia esprime le sue più sentite congratulazioni, riconoscendo che dall’inizio dell’anno la cooperazione bilaterale si è sviluppata costantemente. Mosca, inoltre, “sostiene l’iniziativa di sicurezza globale proposta dalla parte cinese e si oppone a qualsiasi forza che interferisca negli affari interni della Cina con il pretesto del cosiddetto Xinjiang, Hong Kong, Taiwan e su altre questioni ed è disposta a rafforzare la cooperazione multilaterale con la Cina”.

    Nella telefonata di oggi con Vladimir Putin, il presidente cinese Xi Jinping ha affermato che “le azioni della Russia per la difesa dei suoi interessi nazionali di fronte alle sfide esterne sono legittime”. Lo afferma il Cremlino, citato dalla Tass.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Mondiali pallanuoto: Setterosa battuto 7-5, bronzo va all’Olanda

    Mondiali pallanuoto: Setterosa battuto 7-5, bronzo va all’Olanda

    (ANSA) - ROMA, 02 LUG - L'Italia è stata sconfitta 7-5 dall'Olanda nella finalina per la medaglia di bronzo ai Mondiali pallanuoto donne 2022, in corso a Budapest. Il Setterosa, battuto in semifinale dagli Usa, aveva acquisito un vantaggio di tre reti, sul 4-1, per...

    Giro Donne: a Olbia trionfa Vos ma Balsamo resta in rosa

    Giro Donne: a Olbia trionfa Vos ma Balsamo resta in rosa

    (ANSA) - OLBIA, 02 LUG - L'olandese Marianne Vos (Jumbo Visma) ha vinto al fotofinish la terza tappa della 33/a edizione Giro d'Italia donne, a Olbia. Elisa Balsamo (Trek) mantiene la maglia rosa di leader della classifica generale grazie al terzo posto finale, subito...