Palazzo Bonasoni Art collection week il 14 e 15 maggio

Mag 3, 2022

  • Condividi l'articolo

    Palazzo Bonasoni, sede del Settore Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna (via Galliera, 21) apre di nuovo le sue porte ai visitatori, dopo il successo delle Giornate FAI di Primavera. 

    L’occasione è offerta nell’ambito delle iniziative istituzionali del ricco cartellone di Art City Bologna, in concomitanza con ARTE FIERA 2022. Sarà l’occasione per accedere alle sale dell’antico palazzo, ridisegnato nel Cinquecento da Antonio Morandi detto il Terribilia, e ammirarne i soffitti di cultura tardo neoclassica. Ma soprattutto per scoprire un’importante collezione d’arte contemporanea, di proprietà della Regione Emilia-Romagna, allestita al piano terra e ai piani superiori del palazzo. Un’occasione unica che si inserisce perfettamente nel calendario delle proposte di Art City 2022, che quest’anno torna finalmente in presenza.
    Tra gli artisti presenti ricordiamo Davide Benati, Pinuccia Bernardoni, Piero Dorazio, Flavio Favelli, Tonino Guerra, Luigi Mainolfi, Giovanni Manfredini, Mario Nanni, Robert Gligorov, Kati Heck, Concetto Pozzati, Andrea Renzini, Paul Renner, Mario Schifano.


    Il palazzo sarà aperto al pubblico a cura del Settore Patrimonio culturale e dei volontari del FAI-Fondo Ambiente Italiano, che guideranno i visitatori alla scoperta delle opere d’arte sabato 14 e domenica 15 maggio. Domenica 15, alle ore 15.30 e 16.30, le visite saranno organizzate in particolare per bambini e famiglie, con un approccio dedicato alla comprensione dell’arte contemporanea. 

     > LA VISITA

    I turni prevedono gruppi omogenei di 10-12 persone al massimo. Sono richiesti  Green Pass e mascherina per l’accesso.
    Sabato 14 maggio turni di visita ore: 19.30 – 20.30 – 21.30 – 22.30
    Domenica 15 maggio turni di visita ore: 15.30 e 16.30 (per bambini e famiglie) / ore 17.30 – 18.30

    E’ richiesta la prenotazione obbligatoria con invio di mail, specificando il turno e il numero di persone presenti a: Prenotazioni.Patrimonio@regione.emilia-romagna.it

    cartolina (pdf963.92 KB)

    LA COLLEZIONE

    La collezione d’arte contemporanea del Settore Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna nasce da forme di mecenatismo pubblico e privato intersecatesi nel tempo, con la stessa modalità con cui si è formata quella più ampia della Regione stessa, sin dalla sua nascita amministrativa nel 1970. 

    Nel 2007, prendendo spunto da imprenditori illuminati che hanno voluto migliorare il clima emotivo aziendale attraverso l’esperienza estetica, l’allora IBC- Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna diede vita al progetto 10 artisti per i beni culturali dell’Emilia-Romagna, che si connotava da subito come mostra permanente, reale e virtuale, dedicata all’arte contemporanea della nostra regione.
    Con lo stesso spirito la collezione è cresciuta, stratificandosi sulle pareti e negli spazi del palazzo, con la Tenda al mare dedicata al 150° dell’unità d’Italia realizzata da Tonino Guerra, dono dell’Amministrazione comunale di Cesenatico quale segno di gratitudine al sostegno culturale offerto negli anni alla fortunata rassegna; del 2020 è invece la donazione di 17 opere d’arte contemporanea da parte dell’imprenditore mecenate Francesco Amante; nello stesso anno si è aggiunta inoltre la donazione dell’artista Pinuccia Bernardoni


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimorchiatore affondato: si cercano ancora due dispersi

    Rimorchiatore affondato: si cercano ancora due dispersi

    (ANSA) - BARI, 20 MAG - Sono proseguite tutta la notte e sono ancora in corso, ormai da quasi 36 ore, le ricerche dei due marinai dispersi nell'affondamento del rimorchiatore Franco P., avvenuto mercoledì sera a circa 50 miglia dalla costa pugliese, in acque...