Perquisizioni in via Bolla dopo maxi rissa, si cercano armi

Giu 17, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – MILANO, 17 GIU – Dalle 7 di stamani è in corso, a
    Milano, un’operazione di polizia giudiziaria in via Bolla, con
    un’ingente schieramento di forze dell’odine e la presenza di un
    elicottero. Si tratta, secondo quanto diffuso dalla Questura del
    capoluogo, di perquisizioni svolte per trovare armi come
    spranghe e bastoni e ulteriori indizi in merito alla maxi rissa
    avvenuta il 10 giugno scorso e alla partecipazione alcuni
    soggetti che sarebbero stati identificati.
        Le perquisizioni sono in corso da parte della Polizia di
    Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica, e riguardano
    sia appartamenti sia altre pertinenze, come i parcheggi
    adiacenti al civico 40 di via Bolla.
        Le indagini, dopo la maxi rissa avvenuta proprio nel
    parcheggio e in strada, sono state condotte dalla Squadra mobile
    e dal Commissariato Bonola, competente per la zona della città,
    il Gallaratese, uno dei quartieri più popolari e il più popoloso
    della metropoli.
        Le perquisizioni di oggi sarebbero volte proprio a “trovare
    ulteriori elementi di prova” a carico degli indiziati e a
    precisare “le singole condotte penalmente rilevanti” dopo
    l’analisi investigativa di immagini e social a seguito degli
    scontri, avvenuti tra decine di persone divise in due fazioni,
    ovvero tra italiani e rom di origine bosniaca. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Riminese contagiato da vaiolo scimmie non è più contagioso

    Rimini. Riminese contagiato da vaiolo scimmie non è più contagioso

    Sta bene il ragazzo riminese colpito dal vaiolo delle scimmie, il primo caso in provincia. E finora nessuna delle persone che aveva avuto stretti contatti con lui è risultata contagiata. Il decorso è stato tutto sommato rapido e non ha mai destato preoccupazione nei...

    Turchia chiede a Svezia-Finlandia consegna 33 ‘terroristi’

    Turchia chiede a Svezia-Finlandia consegna 33 ‘terroristi’

    Il ministro della Giustizia turco Bekir Bozdag ha detto che saranno nuovamente inviate a Svezia e Finlandia richieste di estradizione per 33 membri del partito curdo armato Pkk e per altri affiliati alla rete Feto, ritenuta responsabile del tentato golpe del 2016. Lo...