Philip Morris: Italia centrale per un futuro senza fumo

Condividi l'articolo

(ANSA) – MILANO, 09 NOV – “L’Italia è sempre più centrale
nella visione di Philip Morris International di costruire un
futuro senza fumo, grazie a una filiera integrata che parte
dalla coltivazione del tabacco, si sviluppa attraverso
l’eccellenza industriale italiana e arriva ai servizi digitali
più innovativi per il consumatore, dando lavoro a 38 mila
persone e collaborando con 7500 aziende su tutto il territorio
nazionale”.
    Lo ha dichiarato da Marco Hannappel, presidente e a.d di
Philip Morris Italia alla presentazione di Iqos Iluma. L’evento
è stata l’occasione per segnalare l’ investimento di 600 milioni
in tre anni per l’impianto produttivo di Crespellano in
provincia di Bologna, a conferma della centralità dell’Italiaper
Philip Morris che nel nostro Paese genera un export in oltre 30
Paesi nel mondo dal valore di oltre 1,5 miliardi ogni anno con
un impatto occupazionale diretto, indiretto e indotto di circa
8000 posti di lavoro lungo la filiera di cui 1700 solo nel
centro bolognese inaugurato nel 2016. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte