Pippo contro Simone, Benevento-Lazio è sfida Inzaghi

 Una sfida nella sfida, quella dei fratelli Inzaghi, domani avversari in Benevento-Lazio, per la gioia di mamma e papà “che saranno orgogliosi di noi”, dicono, Simone, alla guida dei biancocelesti, e Pippo, sulla panchina dei sanniti, alla vigilia del match. Classifiche diverse, ma entrambe le squadre hanno bisogno di far punti e riscattare le sconfitte subite nell’ultimo turno di campionato. Pronti a superarsi sul campo, non c’è tempo per i sentimenti né per le sviolinate.
    “Domani contro il Benevento senz’altro sarà una sfida particolare per me. Giocare da avversario contro mio fratello è sempre molto emozionante – le parole del tecnico della Lazio – Ognuno farà la propria partita nel migliore dei modi, saremo avversari e poi ci abbracceremo, sarà una grandissima soddisfazione per i nostri genitori per questa partita particolare”.
    “Sarà una partita difficile da affrontare come tutte – ha aggiunto Simone Inzaghi, a Lazio Style Channel -: il Benevento e la Lazio vengono da due sconfitte immeritate per quanto fatto in campo, ma ognuno cercherà di fare del proprio meglio. Noi dobbiamo migliorare la nostra situazione in classifica. Dovremo valutare diversi calciatori. Avremo qualche assenza tra squalifiche e infortuni. A Benevento porteremo i calciatori che stanno meglio per fare una bella partita”.
    Da Benevento, gli fa eco Pippo, che sottolinea che domani, “al di là di tutto penso che sia una giornata bellissima per i nostri genitori e per tutti coloro che ci vogliono bene. Ci ritroviamo come accaduto in Nazionale. Sarà motivo di grande orgoglio soprattutto per la passione che abbiamo”.
    Benevento e Lazio sono a caccia di punti per i rispettivi obiettivi: “Saremo avversari, per novanta minuti cercheremo di pensare al bene delle nostre squadre e poi tornerà tutto come prima”, aggiunge l’Inzaghi allenatore del Benevento.
    In casa Lazio Simone Inzaghi recupera Luis Alberto, ma perde Acerbi, Leiva e Fares. Oggi i tre non si sono visti in campo e nella serata si sono sottoposti a esami in clinica Paideia. Al posto del difensore, torna Patric con Hoedt e Radu, mentre in regia il tecnico biancoceleste potrebbe dare una chance dal primo minuto a Escalante. Sugli esterni toccherà ancora a Lazzari e Marusic, mentre in attacco Correa e Immobile. Per quest’ultimo possibile anche una staffetta con Caicedo.
    Il tecnico del Benevento contro la Lazio ha confermato la volontà di non voler attuare il turnover: “In questo momento stiamo bene dal punto di vista psicofisico e non abbiamo calciatori stanchi”. Viola è disponibile ed è stato convocato, su Iago Falque il tecnico piacentino deciderà se concedergli altri minuti, dopo il match col Sassuolo, oppure se schierarlo già dal primo minuto. Il Benevento ha bisogno di punti. Una volta allo stadio, Inzaghi saluterà suo fratello Simone ma poi fino al 90esimo sarà sfida vera, senza esclusione di colpi.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte