Ponte Genova: udienza rinviata al 28/1, prescrizione sospesa

Dic 28, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – GENOVA, 28 DIC – È stata rinviata al 28 gennaio
    l’udienza preliminare sul crollo del ponte Morandi (14 agosto
    2018, 43 vittime). Lo ha deciso il giudice per l’udienza
    preliminare Paola Faggioni accogliendo l’istanza di alcuni
    legali degli imputati in attesa del pronunciamento della
    Cassazione sulla sua ricusazione fissata per il 21 gennaio. Il
    giudice ha disposto la sospensione della prescrizione per questo
    periodo. I pubblici ministeri Massimo Terrile e Walter Cotugno
    avevano dato parere favorevole al rinvio a condizione che
    venisse sospesa per questo periodo la prescrizione. I legali
    avevano ricusato il giudice Faggioni perché, a loro avviso,
    aveva già espresso un giudizio sul crollo del ponte Morandi
    nell’ordinanza in cui aveva emesso misure restrittive
    nell’ambito dell’inchiesta sulle barriere autostradali
    antirumore pericolose, nata dagli sviluppi di quella sul
    disastro del viadotto. La corte di appello aveva respinto la
    richiesta e gli avvocati l’avevano impugnata ricorrendo in
    Cassazione.
        Se l’udienza di oggi fosse proseguita avrebbero parlato i pm per
    illustrare le ragioni per cui chiedono il rinvio a giudizio dei
    59 imputati oltre alle due società Aspi e Spea (quest’ultima si
    occupava delle manutenzioni per Autostrade). (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Berrettini battuto da Nadal agli Open Australia

    Berrettini battuto da Nadal agli Open Australia

    Matteo Berrettini è stato eliminato dall'Open d'Australia, battuto 3-1 in semifinale dallo spagnolo Rafa Nadal col punteggio di 6-3, 6-2, 3-6, 6-3. In finale, lo spagnolo affronterà il vincente della sfida tra Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas. ---Fonte...

    Baby gang: rapine, 3 arresti cc nel Milanese e in Brianza

    Baby gang: rapine, 3 arresti cc nel Milanese e in Brianza

    (ANSA) - MILANO, 28 GEN - Tre minori sono stati arrestati, due in carcere e uno ai domiciliari, a Carugate nel Milanese e a Brugherio in Brianza. Sono ritenuti responsabili a vario titolo di rapine aggravate in concorso, lesioni personali, violenza o minaccia a...