Premio Allegrini, vincono ‘le stanze del vetro’ di Landau

Nov 18, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – VERONA, 18 NOV – È David Landau, per le mostre
    sull’arte vetraria dei secoli XX e XXI, nelle “Stanze del Vetro”
    dell’Isola di San Giorgio a Venezia, il vincitore del Premio
    Allegrini “L’Arte di mostrare l’Arte” 2021, giunto alla nona
    edizione. La cerimonia di consegna del riconoscimento si terrà
    martedì 23 novembre a Villa Della Torre, a Fumane di
    Valpolicella (Verona). Assieme alla moglie Marie-Rose
    Kahane, Landau si è avvicinato alle meraviglie del vetro come
    forma d’arte. È stata una passione cresciuta nel tempo, che lo
    ha portato, col sostegno della fondazione Pentagram Stiftung, a
    dare vita nell’isola di San Giorgio a “Le Stanze del Vetro”. “Il Premio Allegrini ‘L’Arte di mostrare L’Arte’ torna in
    presenza – commenta Marilisa Allegrini – Già questo è un segno
    di rinascita delle attività culturali e della voglia di dialogo
    e di incontro, fin dal lontano Rinascimento caratteristica vera
    di Villa Della Torre, prestigiosa sede del premio stesso. Anche
    quest’anno ci piace non solo valorizzare una singola mostra, ma
    il lavoro intero di una vita messa a disposizione
    dell’organizzazione culturale e dell’amore per il pubblico che
    David Landau ha saputo così bene esprimere”. Quello di
    Landau a Venezia è uno dei progetti espositivi più raffinati e
    attenti alla fruizione pubblica di questi ultimi anni,
    contrassegnato dalla qualità dell’allestimento, dalla cura della
    didattica e dalla pervasività dell’impianto divulgativo, cui si
    aggiunge la gratuità della visita e delle guide. Tutto è stato
    realizzato a partire dall’idea di studiare e far divulgare i
    segreti di un materiale misterioso e denso di storia qual è il
    vetro, soffiato e modellato da saperi e abilità di maestri e
    operai. Un saper fare che una serie di esposizioni
    straordinarie, organizzate da David Landau, ha fatto conoscere,
    mostrando le opere migliori dell’arte vetraria non solo muranese
    dei secoli XX e XXI. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte