Premio ‘Severino Cesari’, finalisti Barone, Bazzi e Bacà

Marta Barone con ‘Città sommersa’ (Bompiani), Jonathan Bazzi con ‘Febbre’ (Fandango Libri) e Fabio Bacà con ‘Benevolenza Cosmica’ (Adelphi) sono la terzina finalista del Premio Letterario Nazionale Opera Prima ‘Severino Cesari’.
    La giuria, presieduta da Simona Vinci, è composta da Pietrangelo Buttafuoco, Giancarlo De Cataldo, Giovanni Dozzini, Luca Gatti, Gabriella Mecucci, Francesca Montesperelli, Giacomo Papi e Michele Rossi.
    Arrivato alla terza edizione, il premio è promosso dalla Regione Umbria in collaborazione con Emanuela Turchetti, moglie di Severino Cesari, scrittore e curatore editoriale umbro, scomparso nel 2017, e Progetto Scenario.
    Il vincitore sarà proclamato sabato 10 ottobre nel Complesso Monumentale di San Pietro, nell’ambito del Festival Umbria Libri 2020. La rassegna editoriale e culturale si svolgerà a Perugia dal 9 all’11 ottobre nel Complesso Monumentale di San Pietro e a Terni, dal 23 al 25 ottobre, negli spazi della Bct, la biblioteca comunale in piazza della Repubblica, con oltre 70 incontri – tutti gratuiti – e più di 100 ospiti sia dal vivo che in streaming (sul sito www.umbrialibri.com e sui canali social della manifestazione) che saranno presto annunciati.
    “Un appuntamento che abbiamo voluto fortemente, lavorando con attenzione affinché potesse svolgersi con la presenza di pubblico e in completa sicurezza. Abbiamo dovuto rinunciare a qualche appuntamento, limitare gli accessi e prevederne la prenotazione, ma senza incidere sulla qualità dell’evento.
    ‘Prossimo Contatto’, il tema scelto, è un augurio che ci facciamo, una sfida di cui saremo protagonisti. Nonostante le limitazioni che il particolare periodo impone, l’Umbria conferma la sua vocazione culturale, da cui ripartire per la promozione e la crescita del territorio” afferma l’assessore regionale alla Cultura, Paola Agabiti. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte