Presunte irregolarità in gestione appalti

Ago 4, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – TARANTO, 04 AGO – Il sindaco di Roccaforzata
(Taranto), Roberto Iacca, di 41 anni, eletto nel maggio 2019 e a
capo di una coalizione di centrosinistra, insieme con un uomo di
59 anni con precedenti penali sono stati arrestati e posti ai
domiciliari dalla Polizia in esecuzione di una ordinanza di
custodia cautelare emessa dal gip di Taranto Giovanni Caroli su
richiesta del procuratore aggiunto Maurizio Carbone e del
pubblico ministero Francesco Ciardo. Con altre cinque persone
indagate a piede libero rispondono, a vario titolo, di tentata
concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità,
incendio e indebita percezione del reddito di cittadinanza.
    L’inchiesta ha preso avvio quando, nell’ambito di altre
indagini, i poliziotti hanno raccolto indizi relativi ad una
presunta trattativa inerente l’assegnazione di una serie di
appalti pubblici tra il sindaco e un’azienda locale che si
sarebbe potuta aggiudicare i lavori grazie all’intercessione di
un “amico” comune, il 59enne raggiunto dalla misura cautelare
eseguita oggi. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte