Pride: migliaia a Genova, tanti giovani e molte famiglie

Giu 11, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – GENOVA, 11 GIU – Migliaia di persone, tantissimi
    giovani e ragazzi, sono in piazza a Genova per il Pride 2022,
    con il corteo aperto dal carro intitolato “offensivi e
    divisivi”, i colori dell’arcobaleno, abiti sgargianti, make up e
    acconciature da notare, tanti striscioni, cartelli – “we are all
    a little bit gay” -, cori e tanta musica. Dopo due anni di
    assenza a causa della pandemia (nel 2020 nessun evento, nel 2021
    solo un presidio) è un successo la grande parata organizzata per
    il Liguria Pride.
        In piazza con tanti giovanissimi anche genitori e famiglie
    con bambini. “Puntiamo a 30mila partecipanti” hanno annunciato
    gli organizzatori già contenti per la partecipazione al Pride
    Village allestito ai giardini Luzzati in questi ultimi giorni,
    tra bancarelle, concerti, convegni e dibattiti.
        Il corteo è partito da via San Benedetto e dopo un lungo
    tragitto conclude la giornata in piazza De Ferrari.
        Prima della partenza gli organizzatori aprono una polemica
    con la polizia locale. “Va bene non avere il patrocinio, ma
    almeno la gestione della sicurezza e della viabilità – accusano
    Laura Guidetti e Ilaria Gibelli – i vigili sono arrivati con
    mezzora di ritardo e abbiamo dovuto allestire tra le auto e i
    bus che passavano”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Riminese contagiato da vaiolo scimmie non è più contagioso

    Rimini. Riminese contagiato da vaiolo scimmie non è più contagioso

    Sta bene il ragazzo riminese colpito dal vaiolo delle scimmie, il primo caso in provincia. E finora nessuna delle persone che aveva avuto stretti contatti con lui è risultata contagiata. Il decorso è stato tutto sommato rapido e non ha mai destato preoccupazione nei...

    Turchia chiede a Svezia-Finlandia consegna 33 ‘terroristi’

    Turchia chiede a Svezia-Finlandia consegna 33 ‘terroristi’

    Il ministro della Giustizia turco Bekir Bozdag ha detto che saranno nuovamente inviate a Svezia e Finlandia richieste di estradizione per 33 membri del partito curdo armato Pkk e per altri affiliati alla rete Feto, ritenuta responsabile del tentato golpe del 2016. Lo...