Pubblicato l’avviso pubblico per la selezione del direttore della Biblioteca civica Gambalunga | Comune di Rimini

Nov 19, 2021

  • Condividi l'articolo

    La selezione pubblica prevede un’assunzione a tempo determinato per una durata triennale, salvo proroga o rinnovo, di una figura professionale che avrà tra le sue funzioni e compiti: sovrintendenza alla tutela, conservazione e catalogazione del patrimonio librario e del materiale informativo e documentale; sovrintendenza alla cura dell’incremento del patrimonio librario e documentale e promozione della sua valorizzazione; progettazione, programmazione, organizzazione, implementazione di servizi bibliotecari e progetti culturali mirati all’ampliamento dell’utenza, alla promozione della lettura, alla crescita delle opportunità di informazione e conoscenza; progettazione e cura delle attività di documentazione, studio, ricerca sul patrimonio bibliotecario attraverso la promozione e organizzazione di studi, pubblicazioni, convegni, conferenze, mostre; promozione e gestione di convenzioni con soggetti e reti che operano nel campo delle biblioteche; promozione di accordi e collaborazioni con soggetti pubblici e privati operanti in ambito culturale; ricerca di finanziamenti pubblici e privati da destinare al sostegno delle attività della Biblioteca; promozione di progetti di innovazione tecnologica dei servizi rivolti sia alla gestione che all’utenza, con particolare riferimento alla digitalizzazione del patrimonio librario e documentale.  

    Per iscriversi al concorso occorre accedere al portale https://concorsi.comune.rimini.it e inviare la domanda entro il 21 dicembre 2021.
    Ai successivi colloqui con la Commissione saranno ammessi i 10 candidati che nella valutazione del curriculum avranno riportato il punteggio più alto. 

    “E’ un altro passaggio fondamentale nell’infrastrutturazione della produzione culturale in città – commenta il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad – organizzando intorno a professionalità e eccellenze un modello di cultura che alimenta la crescita e la consapevolezza di tutta la comunità. La Biblioteca Gambalunga è sicuramente l’istituzione culturale più frequentata dalla cittadinanza, e in particolare dagli studenti, e ha potuto contare anche negli ultimi anni sullo straordinario lavoro fatto dal tutto il personale che simbolicamente voglio ringraziare esprimendo ancora la gratitudine della città verso Oriana Maroni”. 


    Fonte originale: Leggi ora la fonte