Ravenna. Forte no del chimico che sfiorò il Nobel all’impianto per la Co2 di Eni

Vincenzo Balzani, professore universitario a Bologna originario di Forlimpopoli che con i suoi studi anni fa sfiorò il Nobel, ha puntato il dito verso le scelte energetiche della Regione e dell’Eni trovando illogico dopo il  no al Parco eolico a Rimini, l’appoggio alla costruzione dell’impianto Ccs dell’Eni a Ravenna. Si seguita in questo modo a consumare i combustibili fossili, riversando in atmosfera quantità sempre maggiori di Co2, per poi ricatturarla e sequestrarla con una tecnologia complessa, non colladuata e di cui non si conoscono i rischi ambientali.