REGIONE. ATER Fondazione presenta la prima parte di stagione di E’BAL – palcoscenici per la danza contemporanea

Set 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    Dal 3 settembre al 15 dicembre 2021: spettacoli, residenze, prove aperte

    In alcuni dei principali spazi culturali della Regione

     

     Dopo aver presentato il nuovo Manifesto e il Protocollo d’intesa tra i partner lo scorso 29 aprile 2021, E’Bal – palcoscenici per la danza contemporanea, a cui aderiscono alcune delle più importanti istituzioni culturali della regione e di cui ATER Fondazione figura come capofila fino al 2022, annuncia la prima parte della stagione.

    Lo scopo del progetto E’ BAL è quello di rendere l’Emilia-Romagna il punto di riferimento della danza contemporanea italiana, collegando alcune tra le principali realtà del territorio. La nuova e ampliata rete costituita da 11 enti tra teatri, festival, associazioni di spettacolo e centri di residenza, presenta la prima parte del cartellone che va dal 3 settembre al 15 dicembre 2021 con 18 eventi tra spettacoli, residenze, prove aperte in alcuni degli spazi teatrali che aderiscono al progetto. Si conferma così l’intento comune di perseguire la crescita in quantità e qualità dell’offerta di danza contemporanea, e l’impegno di ATER, capofila di una sorta di grande laboratorio della danza contemporanea in regione.

    Tra gli artisti ospiti di questa prima parte di stagione spiccano alcuni dei principali protagonisti della danza contemporanea italiana, ensemble e artisti di fama internazionale pluripremiati dalla critica, quali: CollettivO CineticO, Virgilio Sieni, Silvia Gribaudi, Alessandro Carboni, Cristina Kristal Rizzo.

     I soggetti che condividono il progetto sono: L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, il Comune di Rimini, Cronopios, Santarcangelo dei Teatri, Riccione Teatro, Teatro del Drago, gli Istituti Culturali della Repubblica di San MarinoCantieri Danza di Ravenna, e le bolognesi Associazione Danza Urbana e stagione Agorà /Associazione Liberty. ATER Fondazione, oltre a essere l’ente capofila, partecipa al progetto di rete con due spazi del suo Circuito: il Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno (Bo) e il Salone Snaporaz di Cattolica (Rn).

    La prima parte della stagione di E’ Bal – palcoscenici per la danza contemporanea è stata presentata oggi mercoledì 1 settembre alle ore 12:00 presso gli uffici di ATER Fondazione in Via Giardini 466/G a Modena, alla presenza di Patrizia Orsola Ghedini – Presidente di ATER Fondazione e Roberto De Lellis – Direttore di ATER Fondazione.

    “E’ BAL, il grande laboratorio della danza contemporanea, che avevamo annunciato nella conferenza stampa di lancio del 29 aprile insieme a tutti i soggetti aderenti, un unicum nel panorama nazionale e di cui ATER Fondazione è capofila, oggi entra nel vivo. Con la presentazione di un ricco cartellone di eventi, condiviso con tutti i partners – ha dichiarato la presidente di ATER, Patrizia Orsola Ghedini – prende corpo quel progetto di rete che abbiamo fortemente voluto con l’obiettivo strategico di presidiare tutti gli aspetti della filiera della danza: dal sostegno dei giovani autori alle performance negli spazi urbani, dalle residenze creative alla produzione degli spettacoli, agli incontri con gli artisti. Un inizio di stagione che valorizza le eccellenze artistiche di giovani compagnie e danzatori, le loro sperimentazioni visionarie, coinvolgendo pubblici, teatri, spazi urbani, eterogenei e talvolta inediti in grande parte del territorio regionale. L’Emilia-Romagna – ha aggiunto Ghedini – è una terra di esperienze e competenze straordinarie. E’ BAL ha consentito e consente di farle dialogare e valorizzarle ulteriormente, di coglierne le specificità sul piano progettuale e territoriale, accrescendone il valore e la forza all’interno di una visione comune. Per questo ringrazio tutti coloro che hanno aderito al progetto e che con la loro presenza, pur nel difficile periodo che sta attraversando il mondo dello spettacolo, hanno reso possibile questo percorso e questo cartellone”.

    Il programma da settembre a dicembre 2021

    L’inaugurazione del cartellone di E’ BAL coincide con l’avvio del focus su CollettivO CineticO, intitolato A chi trema –  antologia cinetica dei tempi imperfetti”: un percorso monografico dedicato al decimo anniversario della Compagnia ospitato negli spazi di Festival Danza Urbana, Casa della Cultura “Italo Calvino” di Calderara di Reno, Stagione Agorà, ATER/Teatro Comunale “Laura Betti” di Casalecchio di Reno.

    Venerdì 3 settembre alle ore 18 e alle ore 20, la Compagnia presenterà Palpebra presso il Salone del Podestà, Palazzo Re Enzo a Bologna nell’ambito di Danza Urbana – Festival internazionale di danza nei paesaggi urbani. Una creazione site specific che mette al centro una riflessione sul tempo in uno studio filosofico e fisico sulla trasposizione di condizioni proprie del mondo vegetale. Il focus proseguirà a cura di Cronopios, presso la Casa della Cultura “Italo Calvino” di Calderara di Reno con due eventi: il primo il 22 ottobre alle ore 20 con O+< Scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo, creazione di Francesca Pennini (danza) e Andrea Amaducci (grafica live), sul processo di costruzione e decostruzione della danza in senso cinetico. Il secondo, il 24 ottobre alle ore 16:30 con Dialogo Terzo: IN A LANDSCAPE terzo capitolo del progetto Dialoghi con la coreografia e regia di Alessandro Sciarroni ispirato all’omonimo brano di John Cage.

    Quarto e ultimo appuntamento della rassegna dedicata alla celebre Compagnia ferrarese è fissato per il 12 dicembre nell’ambito della Stagione Agorà, a cura dell’Associazione Liberty, nell’area metropolitana di Bologna (luogo in via di conferma). La Compagnia presenterà How to destroy your dance, con la regia e la coreografia di Francesca Pennini, una performance per 9 danzatori concepita come una sfida contro il tempo.

    Infine, dal al 17 ottobre la Compagnia sarà in residenza al Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno per la ricerca e la composizione del nuovo spettacolo Manifesto cannibale, di cui è prevista la prova aperta “Manifesto Cannibale/Esercizi di Pornografia vegetale” il 14 ottobre alle ore 18:30.

    Il ricco cartellone di E’ BAL include, inoltre, altri eventi con importanti nomi della danza contemporanea italiana e spettacoli premiati dalla critica.

    Il Centro di Residenza Emilia-Romagna L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino presenta tre prove aperte nell’ambito di due residenze creative. La prima a prologo dell’intero cartellone, il 28 agosto alle ore 21, con seconda replica il 4 settembre, sempre alle ore 21, con la nota coreografa e performer Silvia Gribaudi con MONJOUR #Workinprogressun “cartoon contemporaneo” fatto di corpi in carne ed ossa guidati dall’ironia dell’autrice. In cartellone anche il laboratorio Incontriamo i MONJOUR: l’artista, in residenza dal 24 agosto all’8 settembre – in previsione del debutto ad ottobre al Festival Torino Danza –  incontrerà, insieme agli artisti dello spettacolo, le comunità di Mondaino e del Teatro Dimora nei giorni 26 e 27 agosto, 1 e 3 settembre dalle ore 20.30 alle ore 22.00. La terza prova aperta, il 17 ottobre alle ore 18 è quella di My Body in solo di Stefania Tansini, al termine della residenza (dal 6 al 20 ottobre), un’esperienza che mette a nudo l’interiorità di un’esistenza attraverso il movimento, libera da sovrastrutture ideologiche o intellettuali.

    Cantieri Danza che da quest’anno figura tra i nuovi partner di E’ BAL, nell’ambito di Ammutinamenti 2021 – Festival di danza urbana e d’autore partecipa al cartellone condiviso con l’appuntamento The Angular Distance of a Celestial Body dell’artista visivo e performer Alessandro Carboni che si terrà il 5 settembre presso le Artificerie Almagià di Ravenna alle ore 22:00.

    Il 22 settembre E’ BAL ci porta al Lavatoio di Santarcangelo di Romagna alle ore 21, con Punk. Kill me please di Francesca Foscarini. Un lavoro ispirato alla rivoluzione punk, due corpi femminili soggetti a trasformazioni continue, un manifesto di femminismo, coraggio, forza, ironia e libertà.

    Teatro del Drago si inserisce nel cartellone di E’ BAL con Da dove guardi il mondo? di Valentina Dal Mas, presso il Teatro Comunale di Gambettolail 30 settembre alle ore 20:30, spettacolo su un testo originale della stessa autrice, vincitore del Premio Scenario Infanzia 2017.

    Il 23 ottobre, E’ BAL incontra un altro grande nome della danza d’autore italiana: Virgilio Sieni con Danza cieca presso il Teatro Comunale La Casa del Popolo di Castello d’Argile (BO) alle ore 21, nell’ambito di Stagione Agorà. Il coreografo toscano e il danzatore non vedente Giuseppe Comuniello sono protagonisti di un duetto sulla tattilità, con musica dal vivo di Spartaco Cortesi.

    Il 27 novembre alle ore 18:30, si torna alla Casa della Cultura “Italo Calvino” di Calderara di Reno con Temporaneo Tempobeat, ideato e diretto da Claudio Prati e Ariella Vidach, all’interno del programma curato da Cronopios. Lo spettacolo è un’esplorazione delle possibilità coreografiche che nascono dalla relazione tra la danza contemporanea, la tecnologia wireless portatile e la beat boxing.

    La prima parte del cartellone di E’ Bal si chiude il 15 dicembre alle ore 21 con una coreografa molto apprezzata: sul palcoscenico del Teatro Amintore Galli di Rimini, all’interno della programmazione di Prosa e Danza curata dal Comune di Rimini, Cristina Kristal Rizzo presenterà Toccare – the White Dance, spettacolo vincitore del Premio Danza & Danza 2020 come Miglior Produzione Italiana.