REGIONE. DEFR 2022, BARGI (LEGA): “DOPO LA MONTAGNA, EROGARE ANCHE AIUTI PER AUMENTARE COMPETITIVITA’ PMI EMILIANO-ROMAGNOLE”

Lug 13, 2021

  • Condividi l'articolo

    BOLOGNA, 13 LUG – “Bene l’applicazione della LR 14/14 (Legge regionale che prevede misure per la promozione e l’attrazione degli investimenti e la internazionalizzazione del sistema produttivo regionale) alle zone montane, nell’ottica di renderle più attrattive per gli investimenti, il che consentirebbe non solo di arginarne lo spopolamento quanto, addirittura, di ripopolarle anche grazie alle tecnologie che oggi consentono il lavoro nella modalità smart. Tuttavia oggi è prioritario prevedere analoghe misure anche per il mondo delle Piccole e medie imprese dei distretti emiliano-romagnoli. Il che significa smussare i criteri, troppo stringenti, richiesti dalla Legge regionale 14/14, come quallo che impone che per partecipare ai bandi regionali occorra presentare un progetto  che preveda almeno 20 assunzioni da parte dell’azienda proponente. Ampliando la platea di coloro che potrebbero beneficiare dei fondi messi a disposizione dai bandi  saremmo inevitabilmente in grado di accrescere la competitività del nostro tessuto produttivo”. Così il consigliere regionale della Lega Er, Stefano Bargi, relatore di minoranza del Defr 2021, oggi nel corso del dibattito in commissione Politiche economiche.
    “Sul fronte semplificazione occorre – aggiunge poi il leghista – sviluppare definitivamente il fascicolo elettronico d’impresa, in collaborazione con le Camere di commercio, superando i limiti del programma ideato da Lepida (accesso unitario ndr) e dare vita veramente a una seria semplificazione per le Pmi. L’urgenza è data dal fatto che, forse, l’ultima Regione in Italia su questo specifico fronte” ha concluso Bargi.

  • Rimini. Centrodestra, elezioni: Lega pronta a sostenere Barboni

    Rimini. Centrodestra, elezioni: Lega pronta a sostenere Barboni

    Oltre alla candidatura a sindaco di Enzo Ceccarelli, la Lega è pronta a sostenere quella del senatore Antonio Barboni, coordinatore provinciale di Forza Italia. Quindi ad oggi i nomi sono due, Ceccarelli e Barboni. Si attende a questo punto una decisione in modo che...