Regione. Ritardo vaccino, Piccinini (M5S) e  Morrone (Lega) chiedono chiarezza

Gen 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    La redistribuzione delle dosi di vaccino Pfizer, dopo i tagli dei giorni scorsi, “sia equa e nessuna regione subisca tagli maggiori”. A chiederlo è Silvia Piccinini, consigliera regionale M5s in Emilia-Romagna, commentando la decisione assunta da Governo e Regioni, insieme al commissario Domenico Arcuri, di riequilibrare le prossime forniture per compensare le riduzioni subite. Critiche sulla Regione e sul governatore Stefano Bonaccini piovono invece dal deputato della Lega Jacopo Morrone, segretario del Carroccio in Romagna. “Il cerchiobottismo non paga- attacca- sull’incredibile vicenda Pfizer, Bonaccini ha intrattenuto una videocall con due ministri su cui molto ci sarebbe da ridire, Boccia e Speranza, e con il commissario Arcuri al centro di errori, ritardi e ripetute dichiarazioni poi smentite dai fatti”. Secondo il leghista, la Pzifer si sta facendo “beffe delle reprimende del Governo”, mentre le Regioni “hanno garantito ad Arcuri la loro solidarietà.