Ricatto all’ex amante per non rivelare relazione, 2 arresti

Set 30, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 30 SET – Circa 60.000 euro in tre anni, per
    non vedere rivelare la relazione extraconiugale che aveva avuto
    con una sua ex dipendente. E’ quanto ha sborsato un imprenditore
    cinquantenne dell’Imolese che nei giorni scorsi, dopo la
    richiesta di altri 10.000 euro, ha deciso di rivolgersi ai
    carabinieri.
        Organizzata la ‘trappola’, all’ultimo passaggio di denaro
    hanno assistito anche i militari che hanno arrestato in
    flagranza, per il reato di estorsione, una donna di 34 anni e il
    suo nuovo compagno, un 53enne, entrambi italiani già con
    precedenti.
        La vicenda ha avuto inizio nel 2018 quando la 34enne ha
    cominciato a chiedere soldi all’ex datore di lavoro: nel 2016,
    quando lei lavorava per l’imprenditore, i due avevano avuto una
    breve frequentazione che la donna, in possesso di alcune ‘prove’
    del tradimento, minacciava di divulgare. Tra le altre cose, per
    giustificare i passaggi di denaro nelle prime fasi
    dell’emergenza Covid la donna e il compagno lo avevano costretto
    ad acquistare una partita di mascherine a prezzi esorbitanti.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte