Riccione. Gli sfonda il cranio per rapinarlo di pochi euro: è caccia alla baby gang

Baby gang gli sfonda la testa per rapinarlo di 280 euro. La vittima è un 29enne, chef in un ristorante di Riccione, padre di due figli. Entrato in tabaccheria, dopo aver comprato quattro pacchetti di sigarette, ha preso la bicicletta per tornare a casa. Ad un certo punto è stato però affrontato da un giovanissimo che gli ha intimato di consegnare i soldi che aveva con sé. Al diniego è stato così accerchiato da un gruppo di ragazzini e aggredito alle spalle. Finito a terra è stato colpito con pugni e calci. Nonostante non fosse piena notte nessuno però lo ha sentito e dunque è potuto intervenire. Quando ha perso i sensi per le botte il branco lo ha rapinato di 280 euro. All’uomo successivamente è stata diagnosticata una frattura scomposta e comminuta della regione fronto gablellare: i medici del Bufalini sono stati costretti a innestare tre placche in titanio per ricostruirgli la teca cranica. E’ caccia serrata ai delinquenti da parte dei carabinieri.